Nuovo stadio San Siro, Sala: "Evitare il caro biglietti"

Adjust Comment Print

Il sindaco Sala ha commentato ulteriormente a margie dell'incontro a Palazzo Lombardia sulle Olimpiadi invernali: "Inter e Milan dovranno convincere il Comune di Milano che l'opzione per l'opzione di salvare San Siro non e' praticabile".

In questo contesto possono inserirsi i bianconeri che, per questioni di capienza, potrebbero lasciare l'Allianz Stadium e spostarsi nella Scala del Calcio.

Milan news, Paquetà: Giampaolo lo riprende dopo il post su Instagram
Insomma, il tecnico rossonero vorrebbe che l'ex Flamengo - sostituito all'intervallo - fosse "meno brasiliano". Sul derby: "Innanzitutto è l'evento sportivo in sé che è importante e divertente".

Il progetto definitivo, quello vincitore e scelto da Inter e Milan per il nuovo stadio, sarà presentato alla cittadinanza la prossima settimana. Una cifra importante ma di certo non esorbitante che apre scenari clamorosi per nuovi investitori tra cui, clamorosamente, anche la Juventus. Il progetto è pronto, le due società attendono il via libera per presentarlo, dopodiché potrà iniziare il conto alla rovescia per la posa della prima pietra. Nessuno può abbattere San Siro. Anche i costi, del resto, in proporzione sono vantaggiosi: ristrutturare San Siro vorrebbe dire spendere almeno 400 milioni di euro complessivi, oltre alla scomodità di dover giocare per almeno due stagioni in uno stadio cantiere oppure addirittura in trasferta, a Brescia o a Varese. Un percorso di approfondimento tecnico, doveroso per poter arrivare alla dichiarazione di interesse pubblico, e al tempo stesso un percorso di approfondimento politico, che dovrà mettere il consiglio comunale nelle condizioni di dare un suo indirizzo. "Sulla stessa falsa riga si posiziona il rossonero Scaroni: "[Quest'incontro] intensifica un percorso di confronto costruttivo avviato nei mesi scorsi con l'Amministrazione seguendo l'iter della Legge sugli Stadi e conferma quanto sia positiva la nostra relazione con l'Amministrazione Comunale". Se infatti fino al 10 luglio "non e' stato possibile dare ai consiglieri tutti i documenti, perche' si era in una fase propedeutica alla gara, ora si e' in un'altra fase del processo", ed e' dunque possibile farlo.

"Avremo due percorsi paralleli".

Comments