Giletti torna con Renzi e caso Bibbiano

Adjust Comment Print

"I due Mattei sono molto simili, uno va dalla D'Urso e l'altro viene da me", ha detto Giletti a "L'aria che tira".

Dopo la bomba sganciata nei giorni scorsi sul probabile uno contro tutti con Mattel Salvini nella seconda puntata di Live non é la D'Urso, sempre Dagospia lancia un'altra bomba in anticipo su tutti gli altri: domenica 22 settembre torna Massimo Giletti su La7 con Non é l'Arena e lo fa con il preciso scopo di mettere seriamente in difficoltà la concorrenza, invitando Pamela Prati in studio.

Camilla Fabbri (Pd): "Amareggiata, ma non incredula per la scelta di Renzi"
Il Pd nasce come un " partito all'americana, capace di riconoscersi in un leader carismatico e fondato sulle primarie". La Fabbri chiede a Renzi di spiegare le ragioni che l'hanno portato a questa scelta.

"Matteo Renzi in questo momento, insieme a Matteo Salvini, è obiettivamente il politico con la presenza più forte", ha dichiarato il conduttore al termine della conferenza stampa di "Non è l'Arena", come riporta il Corriere della Sera. Giunto alla terza edizione, il programma di Massimo Giletti riparte con nuove sfide e inchieste esclusive ma anche con le storiche battaglie per non spegnere mai i riflettori sulle ingiustizie e gli abusi di potere. Ha compiuto un capolavoro politico: prima ha convinto il Pd di Zingaretti a fare il Governo con i Cinque stelle e subito dopo ha annunciato la scissione. "Intervistarlo non sarà facile ma mi sembrava lui il politico con cui dovevamo inaugurare la stagione", prosegue. Ma basta con la tv senza morale, senza deontologia: "in nome del dio share ormai si fa qualunque cosa".

Comments