Sarri e Allegri: due modelli tattici differenti per dare forma alla Juve

Adjust Comment Print

"La specializzazione di Bernardeschi più avanti sarà più da centrocampista che da esterno d'attacco, ma per ora in mezzo abbiamo 7 giocatori e continuerà a giocare in quel ruolo". Procede serrato il calendario dei bianconeri, che archiviato il pareggio a Madrid, si proiettano immediatamento alla sfida contro il Verona, in programma sabato alle 18 a Torino.

"Il ragazzo è arrivato ad agosto inoltrato, non è al top della condizione ma è in grado di giocare e di darci una mano".

L'argentino potrebbe essere tra i protagonisti contro il Verona, ma il tecnico bianconero non si sbilancia sulle possibili rotazioni in campo e parla del turnover come qualcosa di non sempre necessario.

Una differenza, si legge, riguarda subito il modello tattico delle due squadre, con il contropiede rapace di Allegri contrapposto al palleggio creativo di Sarri. "La risposta di Bernardeschi?".

Roma, occhio all’Europa League: ecco quanto vale ogni vittoria
Il capitano della Roma non ha esitato ad ammettere che quest'anno, a Trigoria, si respira un'aria diversa . Non vogliamo farci sorprendere.

"Non lo avrei inserito mercoledì con l'Atletico Madrid in Champions League". "In Inghilterra le squadre giocano 7-8 partite in più eppure si gioca in 14 -dice". Ci sono caratteristiche e percorsi diversi: la squadra sta già facendo tanto.

"La Juve sta mantenendo completo silenzio sulla vicenda: io sono un dipendente e mi accompagno a questo". "Vedremo se abbassare Cuadrado". La squadra si sta allenando molto bene in allenamento, se vi aspettate di vedere il Napoli di Sarri vi dico che non lo vedrete mai: questa squadra ha caratteristiche diverse. "Penso nei prossimi giorni ci sarà un primo controllo, avendo un infortunio muscolare qualche partita dovrà saltarla sicuramente".

Ci vorrà molto tempo per ritenersi soddisfatto? Spostare Danilo a sinistra?

Comments