F1 | Mercedes, Hamilton: "Non ci aspettavamo una Ferrari così veloce"

Adjust Comment Print

Ebbene, a Marina Bay è scesa in pista una SF90 tutt'altro che a disagio su un circuito da alto carico. Le qualifiche ufficiali hanno preso il via alle ore 15:00 con il Q1, poi dalle 15:48 gli ultimi dodici minuti e la definizione della griglia di partenza.

Dal punto di vista psicologico Charles Leclerc è entrato in uno stato di trance agonistica pura dopo essersi sbloccato a Spa con la prima vittoria in carriera in Formula 1, mentre Sebastian Vettel si è sempre trovato molto bene a Singapore come dimostrano le 4 pole position raccolte a Singapore (record condiviso con Hamilton) con Red Bull e Ferrari. Quel 1:36.271 è importante non solo perché ha portato un risultato giudicato non alla portata nelle previsioni delle vigilia, ma anche perché è il segnale che gli aggiornamenti portati sulla monoposto hanno funzionato.

Nella battaglia per le altre posizioni, buona prestazione della McLaren che ha piazzato Carlos Sainz e Lando Norris al settimo e nono posto. La Ferrari punta ancora a creare grattacapi alle Mercedes di Lewis Hamilton e Valterri Bottas per provare ancora a riaprire il discorso Mondiale, dove al momento è in vantaggio il pilota inglese.

MotoGP 2019: MotoGP Aragon: Marquez per chiuderla, Dovi per la gloria
La colpa è mia al 100%, detto questo siamo qui, pronti a combattere, questo è il mio GP di casa, cercherò di fare del mio meglio. Tutti avevamo problemi relativi all'anteriore, inoltre il gap con i piloti davanti era davvero ampio.

F1 Singapore 2019: possibile tripletta? Al suo fianco l'olandese Max Verstappen con la Red Bull a sei decimi. Entrambi hanno montato le gomme più performanti, le rosse. Alle loro spalle ecco Vettel e Verstappen.

Il finlandese ha avuto un brutto incidente in FP1. Carlo Vanzini, telecronista di SKy ha paragonato, artisticamente parlando, la pole dell'inglese della scorsa stagione e quella di quest'anno del monegasco: "Oggi è stato un pittore Leclerc, ha disegnato un capolavoro".

Comments