Matteo Salvini: "L’accordo di Malta sui migranti? Una fregatura"

Adjust Comment Print

Matteo Salvini ha fatto intendere che i rapporti nel governo gialloverde durante i 14 mesi non erano proprio idilliaci. "Per questo siamo impegnati in vari colloqui sulla stabilità della Libia, per fermare il conflitto e evitare che il Paese diventi ulteriormente una rotta di migranti verso l'Italia".

C'è poi quella che siccome Conte è addirittura "orgoglioso" (non lo ha scritto però) di mangiare un vero hamburger americano allora è un traditore della Patria (si mangia solo la pizza!) e quindi chiede elezioni subito. Come scrive Il Corriere della Sera, tutto lascia prevedere che molto presto, forse prima di quanto si immagini, i magistrati di Milano metteranno mano ad una rogatoria da trasmettere all'autorità giudiziaria russa sulla vicenda che vede al centro la trattativa sulla compravendita, tra la Russia e l'Italia, di una partita di ben 3 milioni di tonnellate di gasolio e kerosene. Si parla di migranti raccolti dalle ong, che sono il 10 per cento degli sbarcati, e la redistribuzione è volontaria. Non penso che sia la soluzione definitiva, servono accordi di rimpatrio, in special modo con quei paesi del Mediterraneo che sono stabili. Matteo Salvini ha rivelato che la chat con Conte e Di Maio è ancora aperta. Ha deciso lui di isolarsi all'opposizione e di passare tempo a esultare perchè magari in una commissione manca il numero legale, cosa che è sempre accaduta nella storia del parlamento.

Renzi ‘bocciato’dagli italiani: il nuovo partito nasce senza la fiducia degli elettori
Inoltre, per quanto riguarda le coalizioni, il centrodestra - sommando i voti di Lega , Fi, Fdi e Cambiamo - raggiunge il 47,4%. Il 60% degli elettori italiani ha un'opinione negativa del Governo Conte-bis, contro il 40% che ne ha un'opinione favorevole.

"In questi ultimi mesi difficoltà e pregiudizi sono stati molto cavalcati e montati per farci individuare un nemico a prescindere".

Non contento, a Sky Tg24 ha affermato che gli italiani non sono scemi e che i numeri dicono che si stanno moltiplicando e che questi "numeri" sarà possibile trovarli in giro per Roma, per Milano, per Palermo. I primi sono quelli che non hanno affatto gradito l'idea della tassa sulle merendine italiane e che sono profondamente offesi perché l'avvocato del Popolo invece che difendere il made in Italy mangia cibo "estero".

Comments