1994, ritorna la serie tv con Stefano Accorsi e Miriam Leone

Adjust Comment Print

1994 sarà trasmesso da Sky a partire da venerdì 4 ottobre. Una storia divisa in tre fasi distinte: "la rivoluzione del 1992, il terrore del 1993 e la restaurazione del 1994" e giunti al capitolo finale della trilogia si è chiesto agli autori di osare, come visto, per dare la giusta conclusione alle storie personali dei singoli personaggi che hanno accompagnato gli spettatori in questi anni e che finalmente si incrociano.

Ma tutto d'un tratto, quando irrompe la notizia dell'avviso di garanzia, il personaggio di Berlusconi muta registro ed emerge così quella struggente malinconia e quella solitudine dolorosa di chi sta per cadere o è già caduto, solo con se stesso.

Matteo Salvini: "L’accordo di Malta sui migranti? Una fregatura"
Si parla di migranti raccolti dalle ong, che sono il 10 per cento degli sbarcati, e la redistribuzione è volontaria. Matteo Salvini ha rivelato che la chat con Conte e Di Maio è ancora aperta.

Ma se '1994' a tratti provocatoriamente strizza l'occhio alla politica contemporanea, è vero pure il contrario. 1994 è creata da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo. "Anche a livello femminile avere un gruppo di attrici con cui confrontarmi è stato interessante", spiega l'attrice che in questa serie svela anche il fronte più romantico del suo personaggio, quello incerto tra la scelta dell'amore per il potere e quello per un uomo, entrambi fortemente compromettenti a livello intimo.

C'è ovviamente il protagonista, il dirigente Fininvest e consulente politico Leonardo Notte (Stefano Accorsi), ci sono la soubrette mancata e ora parlamentare di Forza Italia Veronica Castello (Miriam Leone), il pm di Mani Pulite Antonio Di Pietro (Antonio Gerardi), il deputato leghista Pietro Bosco (Guido Caprino). Posta una foto felice, con i capelli cotonati e un sorriso radioso, scrivendo: "Cartoline di felicità da ieri sera, durante l'anteprima di 1994 la serie". Lì trova solidarietà in un gruppo di donne che lavorano per le donne: Veronica vede in Notte il suo mentore, ma la sua purezza maledetta la fa procedere sempre con dubbio. Tantissime sono infine le suggestioni ed i rimandi - sebbene molti dei personaggi siano immaginari - a ciò che è stato il passato della società italiana, un passato che ci ha condotto allo stato attuale delle cose, da cui provengono numerose e differenti questioni e che è necessario conoscere al fine di poter avere uno sguardo critico su quanto ci circonda. Ma in realtà chi fa la vera politica, che non è glamour e non è cool, sono più le seconde linee. Ed è proprio questo il tema al centro della serie tv 1994 (Sky Original), prodotta da Wildside. "E' stata una bella sfida- ha dichiarato Gagliardi- Nel sesto episodio, (che racconta l'incontro tra Berlusconi e Bossi a Villa Certosa in cui l'allora premier tenta di convincere il leader della Lega a non far cadere il governo n.d.r.) abbiamo utilizzato un linguaggio alla Billy Wilder, con lenti vintage analogiche, in stile anni '70".

Comments