GP Russia: harakiri Ferrari, doppietta Mercedes

Adjust Comment Print

La Ferrari lo ha invece lasciato per diversi giri in pista, con gomme che sono presto decadute, rallentando di oltre un secondo il tempo sul giro.

Allunga la Mercedes. Stoppa l'emorragia provocata dalla Ferrari con una doppietta, conquistata grazie ad un azzardo strategico.

Il tutto è iniziato al sabato, quando durante la Q2 il Cavallino ha deciso di qualificarsi con le gomme Soft contro le medie della Mercedes: tale mossa ha portato la squadra anglo-tedesca ad approfittare della virtual safety car andandosi a prendere la prima posizione, eventualità che è stata forse presa poco in considerazione dal team di Maranello. L'aria è pesante, i sorrisi sono tirati, gli sguardi bassi e il team principal della scuderia Ferrari, Mattia Binotto, cerca di stemperare la situazione: "Non siamo stati perfetti". Dopo la strepitosa pole position, allo start Leclerc fornisce la scia a Vettel, il tedesco scattato dalla terza posizione ne approfitta e come da accordi pre-gara si difende da Hamilton.

Non è una novità: le coppie a difficile convivenza in Ferrari hanno spesso danneggiato i risultati.

Montella: "Bella soddisfazione. Rivincita? Ero in un altro Milan…"
Era stato fischiato alla lettura delle formazioni, ma Vincenzo Montella si è preso la sua rivincita sui tifosi del Milan .

Sfruttando l'aria pulita e mettendo alla frusta la sua vettura, Seb ha scavato un margine di quattro secondi che ha mantenuto sino alla sosta anticipata del #16.

Quindi si cristallizzano le posizioni, con Hamilton e Bottas ora davanti a Leclerc. L'ipotesi di questo scambio si sarebbe dovuta riaprire più avanti dopo i pit-stop, ed era anche avvenuta se non che al giro 27 Vettel accosta la sua monoposto per un problema al motore.

Alla prima curva, con un colpo di scena inaspettato, Vettel ha infatti infilato Leclerc (che ha ritardato il cambio di traiettoria) e si è messo in testa iniziando ad allungare sul compagno di squadra monegasco così da non consentire al team di ripristinare le posizioni di partenza tra i due ferraristi come stabilito. Il tedesco rischia di essere trattato come successe lo scorso anno a Raikkonen, scaricato senza un perché e di punto in bianco. Proprio loro che in passato hanno subito il complicato dualismo Rosberg-Hamilton, adesso stanno benificiando della rassegnazione di Bottas al ruolo di seconda guida designata, mentre i rivali Rossi, tornati forti, dovranno farsi le ossa se vorranno la prossima stagione lottare per l'iride, senza danneggiarsi da soli. Ciò non avviene perchè il 4 volte campione del mondo ha un ritmo più costante ed elevato sul quale Leclerc non riesce a stare. L'anglo-thailandese ha vissuto un fine settimana controverso: a muro in qualifica, stupendo in gara quando ha compiuto sorpassi da urlo. Alfa Romeo 35 9. Purtroppo la squadra italo-elvetica sta procedendo al passo del gambero e la recente fuoriuscita di Simone Resta, tornato all'ovile Ferrari, sembra aver gettato scompiglio nel box.

Comments