Mertens: "Non so cosa farò tra un anno"

Adjust Comment Print

Nella sua prima stagione mi ha schierato titolare solo in sei occasioni. Mi ha fatto realmente impazzire, spesso mi sono anche arrabbiato.

Alla vigilia della sfida tra il Genk e il Napoli, Dries Mertens, è intervenuto ai microfoni del portale "Sportmagazine". In quella stagione, tuttavia, l'unica partita giocata da Mertens contro i blucerchiati risale al 24 gennaio 2016, quando i partenopei si imposero per 4-2 al "Ferraris", e lo stesso bomber belga, subentrato al 75′, iscrisse il suo nome alla lista dei marcatori dopo appena quattro minuti. Mi ha chiesto di capire il suo punto di vista e mi ha detto di sperare che un giorno sarei diventato un allenatore, in modo da capire perché fosse utile avere un giocatore come me in panchina. Per lui ero l'unico in quel ruolo di jolly ma ho vissuto momenti difficili. Vedremo poi come andranno le cose.

Nadia Toffa: la terribile verità nell’ultimo video realizzato per le Iene
Sul comunicato de Le Iene si legge: " Sarà sempre lei a salutarci in ogni puntata nella sigla finale che le dedicheremo ". Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte, tutte le cure possibili.

"Anderlecht? Non penso chiuderò la mia carriera in Belgio".

Qui al Napoli ho ancora sette mesi di contratto, non so dove giocherò la prossima stagione. "Al termine di quest'anno valuterò se rinnovare il mio contratto con il club azzurro o meno, ma al momento è ancora presto, non mi sento di escludere nulla".

Comments