Mertens dichiara amore: "Mi sento napoletano"

Adjust Comment Print

"Parlo la lingua, è tutto perfetto". Ma prima devo batterlo e speriamo che possa farlo. Può essere di sì.

Sul feeling con i tifosi e con la città di Napoli, Mertens aggiunge: "Quando cantano il mio nome mi fa bene, dopo un gol è ancora più bello".

"Penso che la gente abbia visto che sono arrivato qui e che do tutto in campo, mentre fuori dal campo cerco di vivere come loro". Da me al piano di sopra c'è una signora di 75 anni che ogni mattina viene a dirmi 'Hai giocato bene eh, complimenti'.

Sconcerti: "Non cambierei l’Inter col Barcellona. Juve più forte dei blaugrana"
Vidal? Avrebbe fatto comodo, ma non si può dire niente a Barella, Sensi e Brozovic per la prestazione di ieri. De Jong si è già preso invece il centrocampo blaugrana e sarà regolarmente in campo con Busquets e Arthur .

Come ultimo argomento dell'intervista Mertens parla della sfida scudetto sostenendo che la lotta è ancora aperta e anche l'Inter dirà la sua quest'anno. Dopo 7 anni mi sento napoletano. "E' una cosa bella, significa che per Napoli sei stato importante". Lo dicono i numeri, lo ammette lui stesso: " Il mio gol indimenticabile contro il Torino?

IL POKER AL TORINO - "È stato un bel momento". La gente che pensava fosse un cross non capisce nulla di calcio... Giochiamo a Torino e sicuramente lì c'è un allenatore che schiera calciatori fisici. È una bella squadra. "Non si possono perdere punti, bisogna continuare a dare tutto, lavorare al 100% e sperare che possa arrivare questa bella cosa", ha concluso Mertens.

Fino a domani pomeriggio, il laboratorio d'idee di Ancelotti partorirà altre possibili soluzioni, i dubbi sono concentrati sulla coppia che agirà in mediana e sul possibile partner di Mertens tra Lozano, che è favorito su Younes, o uno tra Zielinski e Fabian Ruiz, pronto a scalare in mediana e favorire il "tre contro tre" con i due esterni che tagliano dentro il campo. "Per noi sarà importante essere pronti e fare il massimo". Ecco il video pubblicato sul canale Youtube della Lega Serie A.

Comments