Inter, Mazzola attacca Conte: "Non mi convince. Quando parla…"

Adjust Comment Print

Ovvio che il tecnico salentino voglia emulare solo il mitico Trap, visto il bilancio fallimentare di Lippi in nerazzurro, ma se i primi risultati positivi in campionato avevano fatto svanire qualche pregiudizio da parte del popolo interista nei confronti dell'ex capitano e allenatore della Juventus, le due sconfitte consecutive contro Barcellona e la stessa Juve hanno raffreddato in parte gli entusiasmi e fatto emergere qualche vecchio "rancore". Quando parla mi sembra parli ancora con gli juventini invece che con i nostri. Mi sembra ancora juventino. Si nasce juventini e si nasce interisti, è difficile cambiare. È gobbo? Eh, mi sembra che l'hai individuato bene.

Una sensazione sinistra che l'ex commentatore Rai non riesce proprio a superare, anzi, si acuisce sempre più guardando le partite della Beneamata: "Vorrebbe parlare come da juventino, poi si accorge che è all'Inter e parla da interista". Dopo essere stato presente e protagonista in diverse sfide ai rivali bianconeri ieri non c'era l'argentino che quest'anno è in prestito al Paris Saint-Germain dopo le frizioni con la società dallo scorso inverno fino ad agosto: "Manca, mi piaceva molto, lo preferisco a Lukaku". Protesta con gli arbitri come se fosse bianconero.

Conte attacca Agnelli: "Mi ha deluso, ha dato spazio all’ignoranza"
Complimenti a loro per il livello che hanno raggiunto, va dato merito loro che per 8 anni hanno sempre fatto così mentre gli altri hanno fatto un percorso inverso.

"Come hai fatto ad indovinare il mio pensiero". Alla Juve gli bastava alzare le mani e guardare l'arbitro per avere un rigore qui. All'Inter non funziona così. "Qui invece no". E alla domanda se ieri l'arbitro avrebbe favorito la Juventus, Mazzola ha risposto: "Cavoli, come sempre, anche ieri".

Comments