Gabriel Garko con l’anello al dito, ma chiarisce: "Non sono sposato"

Adjust Comment Print

L'attore e sex symbol della televisione italiana, Gabriel Garko, è stato ospite di Mara Venier durante l'ultima puntata andata in onda di Domenica In, noto programma televisivo in onda su Rai 1 la domenica pomeriggio.

Se l'amore langue, Gabriel Garko sta vivendo in questo momento tantissimi impegni professionali: "Sto scrivendo un libro e due sceneggiatori". "Non mi sono sposato, l'ho saputo come voi dai giornali", ha risposto l'attore a chi sui social gli aveva rivolto la schietta la domanda.

Se dovessi convolare a nozze a questo anello se ne aggiungerà un altro. "Questa fede non è sinonimo di un matrimonio ma è qualcosa a cui tengo e l'ho comprata appositamente per questo dito".

Mertens dichiara amore: "Mi sento napoletano"
Da me al piano di sopra c'è una signora di 75 anni che ogni mattina viene a dirmi 'Hai giocato bene eh, complimenti'. Dopo 7 anni mi sento napoletano . "E' una cosa bella, significa che per Napoli sei stato importante".

Clicca sotto sull'argomento che ti interessa. Tutto quello che sappiamo su di lui. Non mi piacciono i dubbi, mi piace avere a fianco una persona sicura di sé, deve essere gelosa, per dimostrare che mi ama. Oltre ad una carriera di tutto rispetto, vanta una vita privata ricca di belle donne. Garko annuisce, riservato come sempre, e aggiunge: "Ho voglia di farmi una mia famiglia, forse è un po' tardi per avere dei figli ma non è comunque troppo tardi". Insomma niente fiori d'arancio, quindi, per il sex symbol: ma il matrimonio continua ad essere nei suoi sogni e non è da escludere che presto salirà all'altare con la persona che gli fa battere il cuore. Il suo vero nome è Dario Gabriel Oliviero ma da quando lavora nel mondo dello spettacolo ha deciso di utilizzare un nome d'arte, per l'appunto Gabriel Garko che deriva dall'unione del suo secondo nome con il cognome greco della nonna, Garkons. Da piccolo Gabriele studiò anche danza, passione che lo portò alla scuola "Merce Cunningham" di New York e all'Opera di Roma. "Posso essere giudicato come attore, ma la mia vita privata riguarda solo me". "Avevo perduto la mia identità".

"Rimpiango non aver avuto una mia vita privata, pensavo di essere felice anni fa, pensavo mi bastasse il successo ma non era così".

Comments