Copasir, eletto presidente il leghista Raffaele Volpi

Adjust Comment Print

Raffaele Volpi, ex sottosegretario alla Difesa e parlamentare della Lega è il nuovo presidente del Copasir, il Comitato parlamentare di controllo sui Servizi segreti. Le tre schede bianche sono state per l'appunto quelle degli esponenti grillini. Al nuovo presidente del Copasir spetterà di capire che cosa sia esattamente successo. "Non risulta alcuna informativa al Quirinale sul caso in argomento, anche perche' il Quirinale non riceve abitualmente notizia di singole operazioni di collaborazione in corso tra paesi alleati".

Una presa di distanza che si accompagna al chiarimento che trapela da giorni sempre dal Colle per cui la gestione dei vertici dei Servizi è ovviamente di competenza governativa. Della vicenda però non si è parlato al pranzo di lavoro al Quirinale tra il Presidente, il premier e alcuni ministri in vista del vertice Ue. Nell'elezione, avvenuta a scrutinio segreto, Volpi ha ottenuto 6 voti, la maggioranza assoluta dei dieci componenti del Comitato richiesta per diventare presidente.

"Il Presidente del Consiglio ha già espresso in più occasioni la propria disponibilità a riferire al Copasir, nei tempi che lo stesso Comitato parlamentare riterrà opportuni".

Ambra Angiolini: ‘Mi sono innamorata di Massimiliano Allegri perché siamo due sbagli’
Massimiliano per Ambra è stata la luce che l'ha guidata a rinascere dopo la fine della relazione con il cantante Francesco Renga . Infine, quando anche il bagno è diventato un luogo inquietante, mi sono detta: il raggio della vita si sta stringendo troppo.

La prossima settimana si riunirà l'ufficio di presidenza per decidere priorità e calendario dei lavori, dove troverà posto l'audizione di Conte, ha spiegato. E sulle persone che facevano parte del suo "circuito".

Ma il caso Conte/Barr non è l'unico "scottante", lo stesso Renzi è accusato di aver partecipato a un complotto internazionale ordito da Barack Obama contro Donald Trump, tirato in ballo dal controverso George Papadopoulos, personaggio chiave del Russiagate per il suo ruolo nel comitato consultivo per la politica estera nella campagna elettorale di Trump alle presidenziali del 2016, già condannato e detenuto nel 2017 per aver reso all'Fbi dichiarazioni false.

Comments