Halle, il killer è un neonazista

Adjust Comment Print

Il bilancio è ancora provvisorio.

La sparatoria davanti a una sinagoga di Halle è avvenuta nel giorno del Yom Kippur, la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell'espiazione e che quest'anno cade tra ieri sera e stasera. Dopo aver tentato più volte di entrare nella sinagoga, per fortuna senza successo, l'uomo ha aperto il fuoco all'esterno, freddando una donna che passava a circa 30 metri dalla sinagoga e un uomo intento a mangiare un kebab. "L'attentato terroristico contro la comunità ebraica a Halle in Germania nel giorno di Kippur, il giorno più santo per il nostro popolo, è un'altra espressione che conferma che l'antisemitismo in Europa sta crescendo", ha tuonato il premier israeliano Benyamin Netanyahu. "A causa degli attuali eventi ad Halle, stiamo aumentando le misure di protezione per la sinagoga di Dresda e il cimitero ebraico", ha dichiarato il portavoce della polizia Thomas Geithner.

Germania in lutto dopo l'attacco antisemita compiuto da Stephan Balliet, cittadino tedesco 27enne, ad Halle, città universitaria dell'Est. Nel filmato dell'attacco, scrive Bild, si vede l'estremista che si dirige verso la sinagoga a bordo di un'auto, con armi e munizioni sui sedili. "Le nostre forze hanno fermato una persona".

Ergastolo ostativo, la Corte di Strasburgo dà ragione al boss Viola
Ma stiamo scherzando? Qui abbiamo combattuto e combattiamo ancora una guerra contro le mafie. Il Movimento 5 Stelle non condivide in alcun modo la decisione presa dalla Corte.

Il ministro degli interni tedesco Horst Seehofer ha detto di non avere al momento elementi per qualificare il movente dell'accaduto ma le indagini sono state affidate alla procura antiterrorismo di Halle. Intanto, diverse operazioni di polizia sono in corso in Germania negli ambienti ritenuti vicini all'estrema destra. Per ore gli inquirenti avevano parlato di "diversi attentatori", anche se avevano cominciato a circolare le immagini di un solo uomo, armato fino ai denti, ad aggirarsi nelle strade di Halle.

Vari testimoni hanno raccontato dell'attacco al ristorante doner kebab, descrivendo "un uomo armato con un casco e abiti militari" che ha "lanciato una granata nel locale, la quale si è schiantata sulla porta ed è esplosa".

L'esplosione di "colpi" anche in una località nei pressi di Halle è stata confermata dalla polizia tedesca precisando che si tratta di Landsberg, centro situato "circa 15 chilometri" a est dalla città della Sassonia-Anhalt. Lo riferito l'inviata della dell'emittente di notizie N-tv che continua a trasmettere inquadrando il locale con vetrine verdi. Due feriti gravi sono stati ricoverati in ospedale per essere operati d'urgenza. L'agenzia non fornisce altre indicazioni sulla gravità delle ferite o lo stato dei pazienti. La porta è rimasta chiusa, Dio ci ha protetti.

Comments