Morto Carlo Croccolo Volto storico del cinema

Adjust Comment Print

"La scomparsa di Carlo Croccolo è un grande lutto per lo spettacolo italiano, che perde un attore, regista e doppiatore che con grazia e maestria ha attraversato tre generazioni di cinema e teatro. Guadagnavo in un giorno quello che mia madre insegnante guadagnava in un anno". Ha partecipato a sceneggiati televisivi e popolari fiction.

Napoli- Muore all'età di novantadue anni Carlo Croccolo. Una carriera straordinaria che Gianfranco Gallo, attore vicino a Croccolo, uno dei suoi maestri, ha provato a ricordare a Fanpage.it, promettendo: "Finirò il film sulla sua storia".

I funerali si terranno nella sua Napoli domani, domenica 13 ottobre, alle ore 16 presso la Chiesa San Ferdinando a Piazza Trieste e Trento.

Il Fatto Quotidiano - Stadio San Siro-abbuffata: terreni pubblici e guadagni privati
Sui due progetti dei due studi di architettura l'Ad nerazzurro non si sbilancia: "Si tratta di due stadi completamente diversi. Oggi è prematuro esprimersi, piacciono entrambi al 50%, in futuro chiariremo nuovi elementi per fare una scelta corretta".

Numerosissimi sono i commenti di affetto e stima.

Gli inizi della sua carriera lo vedono a fianco di Totò, Edoardo e Peppino De Filippo, attore comico. Successivamente l'attore partenopeo approdò a teatro per "L'Anfiparnaso", diretto da Mario Soldati. Il cinema arriva con il film "I cadetti di Guascogna". Come i fan ricordano ha infatti preso parte a diversi film di grande successo. Il suo debutto nel '49, nel ruolo del cameriere dell'avarissimo principe de Curtis, e "Miseria e nobiltà" in cui è Luigino. Ha vinto il David di Donatello, nel 1989, per la sua interpretazione nel film "O re". Qui ha vestito i panni del del padre della sposa. Croccolo ha cambiato due abitazioni, ma ha sempre vissuto in zona Pinetamare, caratteristica localita' di Castel Volturno, dove le case color sabbia ricordano sempre il mare.

Comments