Erdogan: "Il mondo ci sostenga o si prenda i rifugiati siriani"

Adjust Comment Print

Sul terreno, intanto, l'avanzata di Ankara prosegue. La piccola ha lanciato il suo appello davanti alle telecamere di una televisione curda che l'ha intervistata. Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un editoriale pubblicato dal 'Wall Street Journal' dopo l'inizio dell'operazione militare in Siria.

Poi una rassicurazione: "Faremo di tutto per assicurarci che nessun combattente dell'Isis lasci il Nord-Est della Siria".

Proprio l'Onu, chiamata in causa da Eva, ha fatto sapere che il numero degli sfollati è salito a 150mila nel Nord della Siria. In Europa ancora confidano nel dialogo per risolvere la contesa, ma ormai le forze armate sono già scese in campo e la decisione di Italia e Francia di bloccare l'export di armi verso Ankara potrebbe non bastare.

"Gli stessi Paesi che oggi danno lezioni alla Turchia sui valori della lotta all'Isis non sono stati capaci di fermare il flusso di terroristi foreign fighter nel 2014 e nel 2015", scrive Erdogan.

Roberto Cavalli ricoverato in ospedale: "Sono nervoso"
Il matrimonio è finito qualche anno fa e accanto a Cavalli è apparsa l'ex coniglietta di playboy Sandra Nilson. Inizia così il post di Roberto Cavalli su Facebook .

Nelle intenzioni di Ankara si vuole "ripulire" la regione dalle milizie Ypg, le Unità di difesa del popolo considerate dal governo turco un gruppo terroristico. In giornata il sultano ha anche ribadito che al momento le forze turche hanno "salvato dall'occupazione dei terroristi mille chilometri quadrati di territorio".

Le forze governative siriane hanno circondato le campagne intorno a Manbij, cittadina chiave ad ovest del fiume, e i simboli del regime siriano sono stati issati anche a Raqqa, fino al 2017 capitale del sedicente IS. Da Abu Dhabi l'inviato speciale russo per la Siria, Alexander Lavrentyev, ha aggiunto che "lo scontro militare tra Turchia e Siria non è nell'interesse di nessuno e che sia semplicemente inaccettabile".

"Sono in corso contatti con l'obiettivo di elaborare alcune soluzioni in linea con le norme e i principi del diritto internazionale in conformità con gli interessi legali di tutte le parti coinvolte in questo processo", ha affermato Bogdanov.

Comments