Siria, tensione Erdogan-Conte. Curdi sospettano uso armi chimiche

Adjust Comment Print

Nel pomeriggio Pence ha avuto un incontro a porte chiuse con Recep Tayyip Erdogan, andato avanti per un'ora e quaranta minuti. Il presidente Donald Trump ha twittato: "Questo è un grande giorno per la civiltà".

Pence ha spiegato che la Turchia ha accettato un cessate il fuoco di 5 giorni nel nord-est della Siria, per permettere ai curdi di ritirarsi verso aree sicure. "Non è un cessate il fuoco - ha detto Cavusoglu in dichiarazioni trasmesse in diretta dalla tv satellitare al-Jazeera - La Turchia potrà fermare l'operazione solo quando tutti gli elementi terroristici avranno lasciato la zona" lungo il confine tra Siria e Turchia. Le forze curde si ritireranno da una "linea di demarcazione" a 32 chilometri dal confine.

Elezioni Tunisia, vince il conservatore Kaies Saied
Lo chiamano "Robocop", per il suo modo forbito di parlare in arabo senza alcuna inflessione. Dalla parte di Karoui solo il suo partito e la divisa famiglia progressista.

Ancora più duro e diretto, come è nel suo stile, era stato Trump che, nella lettera indirizzata a Erdogan il 9 ottobre (poco prima dell'offensiva militare turca in Siria), scriveva: "Non fare il duro o lo scemo: lavoriamo a un buon accordo, perché tu non vuoi essere responsabile del massacro di migliaia di persone e io responsabile della distruzione dell'economia turca". Nel corso della telefonata durata oltre un'ora, come riporta Ansa, Conte ha ribadito che l'Italia ritiene inaccettabile l'azione militare avviata in Siria. "Abbiamo concordato che ritireremo le armi pesanti delle Ypg, distruggeremo i loro avamposti". Conte ha inoltre "ripetutamente il Presidente Erdogan a svolgere con responsabilità il ruolo geopolitico e di alleato NATO che la Turchia strategicamente detiene, nell'interesse collettivo di stabilizzazione dell'intera regione". Allo stesso tempo però, Erdogan ha chiesto alle truppe siriane di eliminare i militanti della zona, in riferimento alle milizie dell'YPG, considerate dalla Turchia alla stregua di terroristi.

"Sono orgoglioso degli Stati Uniti per essermi rimasti fedeli nel seguire un percorso necessario, anche se non convenzionale", ha continuato Trump.

Comments