Palermo, è ufficiale: dichiarato il fallimento della vecchia società di Zamparini

Adjust Comment Print

La contestazione della bancarotta fraudolenta appare lo scenario più probabile visto che il pm Andrea Fusco con una memoria depositata l'11 ottobre ha insistito nella richiesta di revoca del concordato preventivo e nell'istanza di fallimento della società, deducendo "la natura fraudolenta degli atti posti in essere dalla stessa nella pendenza della procedura e la non percorribilità della soluzione concordataria". Il Tribunale ha accolto la richiesta della Procura ritenendo improcedibile la domanda di concordato presentata dalla vecchia proprietà del club siciliano. La sentenza prevede l'apposizione dei sigilli sui beni della società.

Concordato o fallimento. Slitta la decisione sulla sorte del vecchio Palermo, la società ridotta ormai ad una scatola vuota con oltre 50 milioni di debiti e meno di 10 di crediti. Rimane dunque off limits per la nuova società l'impianto di Boccadifalco con i calciatori costretti ancora ad allenarsi al Pasqualino di Carini.

Brexit:tardi per ok formale a vertice Ue
Lo scrive il sito del Guardian citando fonti di Bruxelles e di Londra , secondo cui un testo potrebbe essere reso pubblico domani. Ma ottenendo la certezza che Londra e Belfast escano insieme dall'Ue e restino un territorio doganale unico.

Il club era stato rifondato dopo l'ennesima radiazione nel 1987 e negli ultimi anni due anni è stato travolto dalle inchieste della Guardia di finanza che hanno fatto emergere irregolarità nella gestione Zamparini che hanno portato non solo alla dichiarazione di fallimento, ma l'ex patron alla sbarra in un procedimento già in corso per falso in bilancio e false comunicazioni sociali. Lo ha deciso il tribunale presieduto da Gabriella Giammona. Il fallimento, ovviamente, riguarda il U.S. Palermo Calcio appartenuto prima a Maurizio Zamparini, poi alla Arkus Network dei fratelli Tuttolomondo.

Il Palermo non è riuscito a iscriversi alla Serie B, a causa di problemi societari, e con una società tutta nuova, con Mirri e Di Piazza, è ripartito in estate.

Comments