Johnson&Johnson ritira un lotto di talco contenente amianto

Adjust Comment Print

Il lotto comprendeva 33.000 confezioni e il ritiro è stato deciso "in via cautelare". Il motivo è perché contiene tracce di amianto.

Guai seri in vista per la Johnson&Johnson, azienda conosciuta in tutto il mondo per i suoi prodotti per l'infanzia.

Gli accertamenti della Food and drug administration sono stati fatali per la multinazionale USA, costretta a togliere dal mercato un lotto di talco destinato alla cura igienica dei neonati. Il ritiro riguarda il lotto #22318RB, che include 33.000 confezioni: i consumatori che hanno acquistato i prodotti - tutti online da un rivenditore non ancora identificato - sono invitati a riconsegnarli alla J&J da cui riceveranno un rimborso. L'ultima in ordine di tempo è quella risalente allo scorso marzo quando la Johnson&Johnson è stata condannata a risarcire 29 milioni di dollari a una donna affetta da cancro che aveva accusato che fosse stato il talco e le sostanze in esso contenute a farla ammalare di tumore. L'azienda è al centro di numerose denunce e cause legali da parte dei consumatori proprio a causa di tumori e altri danni alla salute attribuiti al talco della J&J. Nello specifico si tratta di tracce asbesto crisotile, meglio noto come amianto. La J&J ha inoltre comunicato di collaborare con l'Agenzia governativa "per determinare l'integrità dei campioni esaminati e la validità dei risultati dei test".

X Factor, nelle quote Betaland è testa a testa Sfera Ebbasta-Mara Maionchi
Il primo Live Show di #XF13 è previsto per il 24 ottobre trasmesso in diretta dalla Candy Arena di Monza alle 21:15 su Sky Uno . Quest'anno ci sarà anche X Factor Daily, il diario di bordo quotidiano del talent show, che vedrà alla conduzione Luna Melis .

Johnson & Johnson: ritiro di talco a rischio.

JOHNSON&JOHNSON, RITIRATO LOTTO PER AMIANTO - La Borsa di New York ha immediatamente reagito alla notizia del ritiro, e le azioni sono già scese del 4%. È formato da un agglomerato di migliaia di fibre che, sottoposte a sollecitazioni, possono scomporsi e rilasciare fibre singole. L'amianto bianco e' il piu' utilizzato particolarmente nelle costruzioni edili, ma anche in moltissimi prodotti industriali per la sua resistenza al calore ed altri agenti e la sua versatilita'.

Il dibattito sulla cancerogenita' della sostanza e' in corso da molti anni. Molto studi hanno associato l'esposizione a polveri di 'amianto crisotilo' ad un aumento dei rischi di vari tipi di tumore: della pleura, delle ovaie, e di mesoteliama. Una volta inalate, le fibre di questo amianto penetrano i polmoni e creano uno stato di infiammazione di lunga durata, soprattutto nella pleura. Alcuni studi, finanziati dalle industrie dell'amianto, sostengono che il crisotilo non è cancerogeno. Maggiori informazioni sui tipi di amianto sul sito web del Ministero della Salute.

Comments