Milan-Lecce, i convocati di Stefano Pioli per il proprio debutto

Adjust Comment Print

Le parole di Stefano Pioli, nuovo allenatore del Milan, alla vigilia del match contro il Lecce che lo vedrà esordire sulla panchina dei rossoneri. Sono sicuro delle ottime potenzialità e caratteristiche, sono sicuro che possiamo fare un buon lavoro.

Non sarà un Milan "preciso e perfetto" e proprio per questo servirà "un atteggiamento di generosità e attenzione molto elevato" con "compattezza e coesione".

In vent'anni di carriera da allenatore (l'esordio alla guida degli allievi nazionali del Bologna nel 1999), Stefano Pioli incontra oggi la sfida più ardua e per certi versi pericolosa: "Mi sento un tecnico preparato per essere a questi livelli".

Battaglia nella notte a Barcellona: scontri e trenta arresti
L'adesione è stata del 90% nelle università, del 30% tra i funzionari pubblici e tra il 60% e l'80% tra gli esercizi commerciali. La casa automobilistica Seat ha chiuso la sua fabbrica di Martorell, vicino Barcellona , che ha oltre 6.500 impiegati.

Proverò domani a non sbagliare la formazione iniziale, giocheranno qualli forti, ma mi aspetto il massimo anche da chi entra dalla panchina e anche se deve giocare 3 minuti.

Spazio poi ai singoli: "Rebic insieme a Biglia lo avevo già allenato, è cresciuto tanto rispetto alla Fiorentina". Stiamo facendo di tutto per essere al meglio. Paquetà è dato nell'undici di partenza: "L'ho visto bene - commenta il tecnico -". In questa direzione va la scelta di non rendere più obbligatorio il ritiro nel centro sportivo la notte prima delle gare a San Siro, ritenuto non più indispensabile come poteva accadere diversi anni fa. E' un giocatore di carattere che strappa. "Attendo risposte positive, so che non potremo essere perfetti sull'organizzazione perché in pochi giorni non si può cambiare una squadra ma le idee di gioco ci saranno".

Comments