Marquez come Doohan, il Giappone è suo

Adjust Comment Print

Sul terzo gradino del podio, invece, a confermare anche in MotoGP la forza del tricolore italiano, Andrea Dovizioso.

Il team di Borgo Panigale sembra aver smarrito la velocità mostrata lo scorso anno e durante la prima parte di questo campionato.

"Non posso essere soddisfatto del mio risultato, anche se ho lottato moltissimo in gara".

Decimo successo stagionale, nonostante la spia della riserva per Marc Marquez che ha rischiato di finire la benzina. Alla Honda il titolo Costruttori. Sono quindi riuscito a mantenere un buon tempo sul giro. E' cambiata la gestione delle gomme: "Non ci aiutano, ma non sposterei il problema".

FCA, prodotti a Melfi i modelli "green" di Jeep Renegade e Compass
Dall'ottimo gradimento del compact SUV in un primo momento assemblato in Messico la nuova lineup che sarà prodotta a Melfi . Annunciate anche le produzioni di Ducato Electric e della nuova Alfa Romeo Tonale , sempre negli impianti italiani.

Felice Franco Morbidelli, che ha elogiato il lavoro della squadra che sta premiando lui e Quartararo: "Stiamo migliorando piano piano, non è facile stare vicini alle altre Yamaha, oggi è andata molto bene", ha dichiarato il primo sulla griglia dei piloti italiani.

Mentre Vinales ha portato la Yamaha ufficiale al quarto posto a 2 secondi dal vincitore, Rossi è caduto in curva 1 mentre si trovava in undicesima posizione, a conferma di una seconda parte di stagione a dir poco pessima.

"Ma mi sono preso tanti rischi bloccando tanto il davanti in frenata perchè ho visto che Quartararo era in crisi e c'ho voluto provare. Per passarlo forse sarebbe bastato mezzo giro in più". "Non siamo veloci come vorremmo". Lo spagnolo ha vinto il GP del Giappone davanti a Fabio Quartararo, unico in grado di tenere il ritmo del Cabroncito, che ha comunque tenuto il francese a debita distanza per tutta la gara. Su questo che alla fine è un circuito favorevole per noi abbiamo sofferto tutto il weekend. Ma a parte la caduta è stata una gara comunque molto difficile, sono partito molto indietro e il mio passo non era niente di che.

"Le gomme sono uguali per tutti, non mi nascondo dietro questa cosa". "Ci aspettavamo di più", ha analizzato il ducatista.

Comments