Report, l'inchiesta su Lega e Russia divide il Cda della Rai

Adjust Comment Print

Il cda della Rai avrebbe accusato il programma Report, condotto da Sigfrido Ranucci, di violare le norme sulla par condicio viste le imminenti elezioni regionali che si terranno in Umbria il prossimo 27 ottobre. Il tema è noto: si è parlato del presunto finanziamento da Mosca verso il partito di Matteo Salvini e dei legami tra il Carroccio e ambienti di estrema destra ultraconservatrice e omofoba russa.

Ranucci all'Huffpost: "Contattato tre volte Salvini per una replica".

Le inchieste vanno valutate per la loro attendibilità, non con la lente della politica. Attaccare in questo modo la libertà di informazione e la libertà di inchiesta - puntualizza - è un attacco all'articolo 21 della Costituzione che lascia veramente senza parole.

Notte di proteste a Barcellona, in 5 giorni 83 arresti
La Sagrada Familia ha annunciato la sospensione di tutte le visite per via dello sciopero generale e dei cortei. Una immagine simbolo di questa violenza, scrive il giornale, è quella di un agente della polizia nazionale .

La puntata di Report dello scorso lunedì, incentrata sul caso Russiagate, ha avuto molte ripercussioni, e non solamente nel dibattito politico. Di fronte a queste rivelazioni, è partita un'interrogazione parlamentare firmata dai senatori Pd Franco Mirabelli e Dario Parrini, nella quale si chiede "quali iniziative urgenti il Governo intenda adottare al fine di fare al più presto chiarezza sui fatti allarmanti sopra riportati, che, al di là delle loro eventuali implicazioni penali, appaiono gravemente lesivi della sovranità del nostro Paese e tali da destabilizzare le radici e i valori fondanti della nostra democrazia". L'inchiesta portata avanti dai giornalisti del programma ha messo in luce i possibili collegamenti tra la Lega ed il Cremlino e lascia aperti molti quesiti sulla vicenda che è ancora sotto esame da parte della Procura.

Alla Rai non tutti sono concordi con la legittimità del servizio mandato in onda da Report. "Se qualcuno deve esprimere opinioni diverse o fornire versioni alternative - scrive su twitter - ha il diritto di farlo. E poi nelle stanze del potere cerchino di vendicarsi scatenando i propri pretoriani, come hanno fatto oggi al cda della Rai" afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu dopo le proteste dei consiglieri della destra nel Cda della Rai contro Report.

L'oligarca russo Konstantin Malofeev, intervistato in esclusiva da Report, ha detto che Savoini gli avrebbe confermato l'incontro al Metropol, l'hotel nel quale si sarebbe tenuta la trattativa.

Comments