Giro d'Italia, la città dei Templi sarà punto d'arrivo della prima tappa

Adjust Comment Print

Il tre volte campione del mondo, Peter Sagan, annuncia a modo suo, con la sua classica ironia, la prima partecipazione al Giro d'Italia. L'arrivo a Rimini ricorderà Federico Fellini nel centenario della nascita. Giovedì 14 ultima tappa sull'isola da Catania a Villafranca Tirrena per poi ripartire il giorno successivo, in Calabria, da Mileto e giungere dopo 223 km a Camigliatello Silano (lunga salita finale di 22 km con pendenze dolci). Oltre al possibile, se non probabile, gettone di presenza garantito da RCS Sport (come accadde in passato in altri casi, come ad esempio con Lance Armstrong nel 2009), l'edizione 103 del Giro ha potuto contare anche sulla vicinanza tra la grande partenza da Budapest e la Slovacchia, con la natia Zilina che dista circa 250 km dalla capitale magiara.

Redazione 24/10/2019 È morta Roberta Fiorentini, la Itala di Boris
Nata a Roma nel 1948 , Roberta Fiorentini , nella sua lunga carriera, ha lavorato sia a teatro che al cinema e sul piccolo schermo.

Svelato nel pomeriggio di oggi, durante la diretta televisiva da Milano, su RaiDue, tutto il percorso del Giro d'Italia 2020. La prima settimana terminerà domenica 17 con la nona tappa Giovinazzo Vieste di 198 km con arrivo abbastanza movimentato nella nostra città, grazie ad un circuito che sarà percorso un paio di volte. Dalla base aerea di Rivolto, quella delle Frecce Tricolori, parte domenica 24 una tappa chiave che arriva a Piancavallo, la Montagna Pantani (qui il pirata mise a segno la prima vittoria nel Giro del 1998). Venerdì 29 la tappa più lunga del Giro da Morbegno ad Asti, 251 km, ultima chance per i velocisti. Sabato 9 maggio tappa di apertura, a cronometro, per le vie di Budapest di 8,6 km e poi due tappe per velocisti nel nord del Paese. Lunedì 25 è previsto il secondo e ultimo giorno di riposo a Udine. "Sarà bello correre anche in Sicilia, dove mi sono allenato più volte, ma non ho mai visto la parte che verrà percorsa". Mercoledì 27 maggio 5000 metri di dislivello nella Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio: in giornata l'inedita Forcella Valbona, il Monte Bondone dal versante di Aldeno e il Passo Durone prima del traguardo. Dopo la discesa si attacca subito la salita per i Laghi di Cancano. Rientro in Italia dal Monginevro per affrontare la salita finale di Sestriere dal versante di Cesana Torinese. Crono piatta di 16,5 chilometri per chiudere questa 103^ edizione.

Comments