Fiorello show (tutto siciliano) alla presentazione di Viva Raiplay

Adjust Comment Print

"Non faccio nomi, ma la paura è non riuscire a tradurre televisivamente le tante idee che ho in testa". Lo studio B della storica sede della sede di Radio Rai è stato rinnovato, Fiorello ironizza sulla ristrutturazione: "Il mio contratto costa tantissimo, colpa del linoelum". In questo progetto abbiamo avuto tutta la Rai che ha collaborato insieme con la forza della consapevolezza di cosa questo progetto rappresenterà per il servizio pubblico. "Come portare tutte le fasce d'età sul mondo digitale, puntando all'alfabetizzazione digitale e Fiorello non poteva essere che il nome migliore".

La parola passa poi a Fiorello, che descrive le caratteristiche di VivaRaiPlay: "Uno show di 15 minuti tra il Tg1 e I soliti ignoti". "Il direttore di Rai1 De Santis non c'è?" Fiorello aggiunge di voler portare nel suo show anche la politica ("Salini lo sta apprendendo ora", scherza). Mentre una lieta novità riguarda il cast, di cui farà parte anche Vincenzo Mollica: "non posso dire ancora come". "Se va male, ragazzi, tra l'Umbria e il programma, non ne usciamo vivi". "Gli chiederò di tutto, dal lavoro alla vita privata, il matrimonio, i figli... io voglio essere il nuovo Toffanin". Lo ha confermato lo stesso showman nel corso della presentazione a via Asiago di Viva RaiPlay, alla presenza di Fabrizio Salini, ad della Rai. "Negli anni ho fatto massimo 4 puntate dello stesso programma, poi sono andato sul web, quindi su Sky, poi sono tornato in Rai". Procedura identica per chi è in possesso di una smart TV e vuole vedere VivaRaiPlay comodamente dal proprio televisore: basterà scaricare l'applicazione e inserire i propri dati per accedere. Con quest'ultimo sono amico da 35 anni e in vacanza a Ibiza mi aveva già confessato che il suo sogno fosse condurre il Festival. Oggi RaiPlay parte già con 12,5 milioni di utenti registrati, i video visti sono 488 milioni nel periodo gennaio/settembre 2019, con un + 75% rispetto al 2018. Ecco di cosa si tratta. Una nuova architettura di contenuti e un nuovo posizionamento, entra nel mercato ricco di competitor con una sua cifra. Lo showman ironizza sulla vittoria della Lega, che cambia ancora gli equilibri in Rai.

In Messico vince Hamilton, seconda la Ferrari Vettel
Chi rimane dentro è Vettel , ora in testa, che con superba maestria riesce a tenere le sue gomme per 38 giri, un vero record. Albon al contrario compie una straordinaria partenza e riesce a mettersi al terzo posto.

Quanto costa alla Rai il ritorno di Fiorello? "La nostra è una produzione completamente interna Rai. È un progetto multipiattaforma che sicuramente si allinea ai compensi previsti, che però non specificherò nel dettaglio".

Comments