Clima, a Madrid il vertice cancellato dal Cile

Adjust Comment Print

I manifestanti sono scesi in piazza per chiedere riforme economiche e cambiamenti politici. nella capitale Santiago, la "Seconda grande marcia" ha radunato 10 mila persone che si sono ritrovate su Plaza Italia.

I due vertici internazionali avrebbero dovuto "consacrare" il Cile come Paese pienamente inserito nel contesto occidentale, evidenziando la sua "eccezionalità" rispetto al continente latinoamericano. In questa chiave si è già svolto ad esempio, nelle ultime settimane, un momento comune di preghiera per il creato. L'azione urgente per il clima è indissolubilmente legata alla vulnerabilità sociale, alla giustizia ambientale e a una transizione equa.

Sarri: "Contro la Fiorentina soffrimmo molto il caldo. Domani a Lecce saremo."
Sappiamo che affronteremo una Juventus molto forte ma la affronteremo da squadra e sono convinto che possiamo fare grande partita. Forse siamo abbiamo giocato con un po' di leggerezza nella gestione delle azioni pericolose, per non dire superficiali.

In un clima rovente, nel quale è stato anche istituito il coprifuoco, in una situazione che ricorda pericolosamente il periodo buio della dittatura Pinochet, il calcio ha deciso di fermarsi. Quel che è certo è che lo slittamento pone ancora maggiori responsabilità anche sul nostro Paese in quando co-organizzatore della COP26 del prossimo anno, insieme alla Gran Bretagna. La richiesta di un nuovo processo costituente si unisce alla difesa dell'acqua, delle risorse naturali, delle pensioni e del diritto allo studio contro l'indebitamento studentesco e le pensioni che costringono alla miseria milioni di persone in Cile. "Oggi più che mai c'è bisogno di leadership e capacità di dialogo".

Comments