Di Maio in Cina per promuovere il Made in Italy

Adjust Comment Print

Di Maio, a quanto si apprende, è stato invitato in via straordinaria alla cena per i leader offerta dal leader cinese, cui parteciperà anche il presidente francese, Emmanuel Macron, alla vigilia dell'apertura della China International Import Expo, dove l'Italia è tra i Paesi ospiti d'onore.

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, sarà ospite de presidente cinese, Xi Jinping, a Shanghai.

MotoGp, Gp Malesia: a Sepang vince Viñales
Questo il commento di un entusiasta Fabio Quartararo dopo la pole position al Gran Premio della Malesia . La corsa ha la sua svolta già al 4° giro con Viñales che va al comando seguito da Marquez e Dovizioso .

Il mercato cinese è una grande opportunità per il made in Italy, perché "circa un terzo del Pil italiano è frutto dell'export, ma solo una percentuale bassissima di aziende, più o meno il 4%, esporta regolarmente, quindi i margini di ampliamento sono enormi - scrive il ministro degli Esteri in un post di Facebook - l'Asia, e la Cina in particolare, sono mercati in cui ogni anno cresce la domanda di prodotti di alta qualità, perché il benessere economico aumenta". "Dal punto di vista delle conoscenze, delle tecnologie e delle cose ben fatte l'Italia ha tanto Made in Italy da portare nel mondo", ha proseguito il responsabile della diplomazia italiana, sottolineando che "non sono solo prodotti ma sono tante idee, tanti progetti, e questi progetti oggi viaggiano su un canale preferenziale che abbiamo potuto creare grazie al memorandum d'intesa sulla Via della seta".

Di Maio ha anche auspicato che venga trovato un accordo "il prima possibile" tra Usa e Cina sui dazi, perché "l'Italia è un Paese esportatore - ha detto il ministro - ha 40 miliardi di made in Italy nel mondo". Sempre secondo fonti della Farnesina, Di Maio ha già incontrato il consigliere di Stato e ministro degli Affari Esteri Wang Yi. "Siamo qui per questo, per sostenere la nostra industria e i nostri ingegni", ha scritto il ministro in un post su Instagram, subito dopo l'atterraggio all'aeroporto Pudong di Shanghai. Può ambire a crescere ancora di più, ma le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina non aiutano il mercato internazionale e non aiutano le nostre imprese.

Comments