Il Napoli contro i giocatori: "Pronti a tutelarci in ogni sede"

Adjust Comment Print

Una vera e propria ribellione, con i giocatori che hanno deciso di tornare nelle rispettive case. L'allenatore aveva disposto un ritiro "forzato" a Castel Volturno: i giocatori avrebbero dovuto recarsi lì con il pullman appena terminata la partita al San Paolo. E' da escludere, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, 'qualsiasi ipotesi di addio di Carlo Ancelotti che dunque proseguirà la sua esperienza al Napoli. In primis, l'insofferenza verso la gestione e le scelte tecniche di Ancelotti e del suo staff: il gruppo ritiene troppo ingombrante la presenza di Davide Ancelotti, mentre contesta al tecnico la sua ostinazione nello schierare calciatori fuori ruolo e/o tenerne fuori alcuni nei momenti meno opportuni della stagione. Il Napoli ha pubblicato un primo tweet sull'allenamento, senza però fare accenno della situazione fuori dal campo: "La squadra si è divisa in due gruppi". Il patron azzurro sarebbe entrato negli spogliatoio al termine dei primi 45 minuti per poi ribadire il ritiro alla squadra dopo il 90esimo. Non è chiaro se il ritiro sia annullato, ma al momento è stato sicuramente sospeso.

Genoa - Udinese 0-0 LIVE - Serie A. La diretta della partita
Dopo la vittoria di Genova e le parole di Gotti , l'Udinese si è presa una pausa di riflessione. Ci siamo creati alcune opportunità sullo zero a uno, e non sono state casuali.

Le difficoltà del Napoli erano iniziate qualche settimana fa, ed erano di natura esclusivamente sportiva. Apparentemente clima come quello di ogni giorno. Carlo Ancelotti e il suo staff sono già in sede, avendo passato la notte a Castelvolturno rispettando il ritiro imposto dalla società, ma che i calciatori hanno disertato con un vero e proprio ammutinamento.

Comments