Si è spenta la voce di Fred Bongusto

Adjust Comment Print

"Con grande commozione abbiamo appreso della scomparsa di Fred Bongusto, artista cui Senigallia è profondamente debitrice per aver veicolato a livello nazionale e internazionale l'immagine del suo principale simbolo, l'amatissima Rotonda a Mare, divenuta oggi emblema del turismo adriatico".

Notizia drammatica per il mondo della musica italiana: è morto Fred Bongusto, storico crooner nativo di Campobasso.

Il suo maggior successo è Una Rotonda sul Mare seguita da Spaghetti a Detroit - Amore fermati e La mia estate con te, per poi non dimenticare Balliamo.

Binotto chiude sulle polemiche e su Verstappen! GP USA
Max Verstappen parlando con Ziggo Sport , emittente del suo Paese ha velenosamente commentato così la prova della rossa, dalla ripresa dopo l'estate per la prima volta giù dal podio.

Il suo vero nome era Alfredo Antonio Carlo Buongusto, ma scelse uno pseudonimo per la sua carriera nella musica. I funerali si terranno lunedì 11 novembre alle 15:00, presso la celebre Basilica di Santa Maria in Montesanto a Roma. Da qualche tempo aveva problemi di salute. Rompe il ghiaccio con la notorietà con brani come "Notte d'amore", tra l'altro pezzo contenuto nella colonna sonora del film L'appartamento di Billy Wilder. Davanti alla "sua" rotonda sul mare, Bongusto si esibì nel 2006 per la riapertura dopo anni di chiusura del noto monumento senigalliese.

"Bongusto è stato un grande, un cantante molto bravo e delicato, purtroppo negli ultimi anni è stato molto male, ha sofferto tanto". Parallelamente studia batteria insieme a Massimo Boldi, con cui rimane in amicizia per lunghi anni. Tuttavia si era già fatto notare nel 1962 con il brano Bella Bellissima scritto da Ghigo Agosti che compariva nel lato B della hit Doce Doce.

Nato a Campobasso il 6 aprile 1935, riuscì ad imporsi per il suo particolare timbro di voce molto caldo e penetrante. La grotta naturale di Praiano si trasformava in quegli anni in un magico teatro per il grande Fred, cantando inni all'amore e facendo da colonna sonora alle dolci danze e alla passione di quegli anni, che non torneranno più. Partecipò nuovamente al Festival nel 1989 con Scusa. A giugno dello stesso anno, in occasione della Festa della Repubblica, il cantante è stato insignito dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell'onorificenza di Commendatore ordine al merito della Repubblica Italiana.

Comments