Morto Remo Bodei: "Straordinario filosofo cagliaritano aperto al mondo"

Adjust Comment Print

Il Consorzio per il festivalfilosofia esprime profondo dolore per la perdita del caro amico e maestro Remo Bodei, deceduto ieri all'età di 81 anni.

Il filosofo Bodei è stato Accademico dei Lincei e a lungo docente della Normale e prima allievo del corso ordinario e di quello di perfezionamento. Ha poi studiato come si sono costituite le filosofie e riflettuto sulle esperienze della soggettività tra mondo moderno e contemporaneo, giungendo a importanti conclusioni. Mente brillante, le sue indagini filosofiche hanno riguardato anche la ricerca della felicità da parte del singolo, le indeterminate attese collettive di una vita, i limiti che imprigionano l'esistenza e il sapere entro vincoli politici, domestici e ideali.

Tra i suoi titoli che danno un'idea della vastità dei suoi interessi: dal primo saggio Sistema ed epoca in Hegel seguirono libri come Scomposizioni.

Si è spenta la voce di Fred Bongusto
Nato a Campobasso il 6 aprile 1935 , riuscì ad imporsi per il suo particolare timbro di voce molto caldo e penetrante. Notizia drammatica per il mondo della musica italiana: è morto Fred Bongusto , storico crooner nativo di Campobasso .

Una delegazione della città di Modena con il gonfalone della città sarà sabato 9 novembre all'Università di Pisa in occasione dei funerali.

"La simpatia umana e la convivialità dei suoi abitanti, unita all'impegno politico e alla solidarietà umana: così Remo Bodei aveva colto lo spirito dei modenesi, spirito che in questi anni ha anche condiviso insieme a noi". La città, l'università e le altre istituzioni sapranno custodirne la memoria e ricordarlo attraverso i suoi insegnamenti e i suoi scritti che ci lascia come un tesoro prezioso. "Il mio cordoglio giunga alla famiglia e a tutte le persone che hanno avuto modo di apprezzarlo". Con parole di affetto e gratitudine il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ricorda il professore Remo Bodei, scomparso nella giornata di giovedì 7 novembre. Considero uno dei più grandi privilegi da Sindaco di Empoli averlo potuto conoscere personalmente perché membro della Giuria del Premio Pozzale - Luigi Russo. Un concentrato unico di Cultura e sapienza associato all'umilta' del comportamento e ad una sottile e sarda ironia che rendeva indimenticabile ogni fortunato incontro con il Professore.

Comments