In Bolivia poliziotti ammutinati contro Morales: il presidente grida al golpe

Adjust Comment Print

Con la sua decisione, infine, Morales accoglie il giudizio emesso dagli osservatori dell'Organizzazione degli Stati Americani che hanno indagato sulle precedenti elezioni in cui, si legge in un rapporto pubblicato oggi, hanno riscontrato diverse irregolarità. Poco dopo si è dimesso anche il il ministro degli Idrocarburi, Luis Alberto Sanchez.

Il presidente boliviano Evo Morales ha denunciato l'incendio doloso della casa di sua sorella a Oruro (nel sud del Paese) da parte di un "gruppo irregolare" di manifestanti che cercano di rovesciarlo. Tuttavia, la candidatura di Morales per la quarta volta era stata garantita anche dal pronunciamento favorevole del massimo tribunale del Paese.

In una breve comparsa nell'hangar presidenziale dell'aeroporto internazionale di El Alto, una città vicina di La Paz, senza citare il rapporto dell'Oas, Morales ha annunciato che il nuovo appuntamento con le urne si svolgerà con un rinnovato organo elettorale (per settimane l'opposizione e i comitati civici hanno accusano quello attuale dei brogli). Secondo i media boliviani è in partito in aereo verso una destinazione ignota. Gruppi organizzati hanno fatto irruzione negli studi di Bolivia Tv e Red patria Nueva, costringendo i giornalisti presenti ad abbandonare il posto di lavoro.

NAPOLI, Giocatori fischiati al S.Paolo
In questo momento mi devo preoccupare della mia squadra e mettere in campo la squadra migliore per affrontare il Napoli . Su Ancelotti: "Carlo lo vedo sempre volentieri, è una persona fantastica con cui ho condiviso momenti bellissimi".

Il comandante dell'esercito boliviano, generale Williams Carlos Kaliman Romero, aveva chiesto in serata a Morales di "rinunciare al suo mandato" per "il bene della nostra Bolivia". Le dimissioni alla fine sono arrivate. Ma gli scontri hanno già causato 3 morti e 500 feriti.

Morales ha infine precisato che "nelle prossime ore" il Parlamento, d'accordo con tutte le forze politiche, stabilirà le procedure per rinnovare l'insieme dei membri del Tse.

Via Twitter, Morales ha anche condannato l'attacco "codardo e selvaggio", "nello stile delle dittature militari", alla radio della Confederazione sindacale unica dei lavoratori contadini della Bolivia. C'è stato infatti un ammutinamento da settori della polizia boliviana, con questa che è rintanata da due giorni a Cochabamba e in altre città in piena protesta.

Comments