Sampdoria, Ranieri: "Stiamo costruendo le fondamenta. Quagliarella? Devo aiutarlo"

Adjust Comment Print

Ovviamente chi ha sbagliato sa di aver sbagliato.

Umberto Marino, direttore generale dell'Atalanta, ha parlato ai microfoni di Sky al termine del match pareggiato contro la Sampdoria: "Il fallo di Ferrari su Barrow?"

ArcelorMittal, "cinquemila esuberi per non lasciare Ilva". Conte: "Inaccettabile"
Nella lettera inviata ai sindacati e alle rsu, viene indicata, sito per sito, la composizione della forza lavoro del perimetro oggetto di retrocessione.

Quando non si possono ottenere i tre punti, tuttavia, diventa prezioso anche il pareggio e lo 0-0 di Marassi va letto proprio in questo modo. Presente allo stadio anche il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. L'Atalanta è una grande squadra, sono contento per la prestazione dei ragazzi. L'arbitro fischia con un minuto di anticipo, poi si scusa e fa riprendere il gioco per qualche azione. Mi spiace per l'episodio dell'espulsione, è successo anche a noi a Ferrara su Gabbiadini, anche il difensore in quella occasione è stato ammonito e noi siamo stati tranquilli. Ranieri richiama Quagliarella, al suo posto entra Gaston Ramirez e la Sampdoria si affida alla rapidità di Caprari nelle vesti di terminale d'attacco. Al 9' Pasalic calcia verso la porta di Audero da buona posizione, ma una deviazione vanifica tutto in calcio d'angolo, al 10' la Sampdoria si fa vedere con un'azione di rimessa che manda Depaoli al cross per Jankto (palla sul fondo) e fino alla mezz'ora l'unico evento degno di nota è il cambio Caprari-Bonazzoli (13') causato da un problema muscolare dell'ex giocatore del vivaio dell'Inter. Al 27′ la panchina atalantina si alza in piedi per protestare: tutta colpa di una trattenuta di Ferrari su Barrow, lanciato a rete, punita con un semplice cartellino giallo. Bertolacci rileva Vieira, la Samp non si sbilancia troppo ma spinge fino al 94′. I quadri e i fiori nel calcio sono i gol: "dateci tempo, arriveranno".

Comments