Montolivo: "Ecco la mia verità sull’ultimo anno al Milan"

Adjust Comment Print

Disse che non giocavo perché non avevo il minutaggio. Quando me lo comunicarono spiegai che lo trovavo ingiusto, che stavano commettendo un grosso errore poiché nello spogliatoio ci sono delle gerarchie che dovrebbero essere sempre rispettate. Ma come avrei potuto avere minutaggio se non mi metteva mai dentro? Loro risposero che non c'era discussione, era la scelta dell'allora presidente Yonghong Li. "Nelle partitelle tra la prima squadra e le riserve giocavo sempre con le seconde e venivo impiegato in tutti i ruoli tranne nel mio" aggiunge l'ex centrocampista. Un altro strappo fu sancito a fine luglio 2018, quando non venne convocato per la torunée statunitense: "Non mi venne mai spiegato. Stessa risposta che ebbi da Bonucci". "L'esclusione dalla tournée? I dati di Milan Lab confermarono la mia ottima condizione, ma evidentemente non era questo il problema".

"Cosa abbia fatto o detto Mirabelli non lo devi chiedere a me, visto che è un contemporaneo". Dopo l'episodio di Milan-Fiorentina, mi è sembrato chiaro che non fossi più la terza scelta.

Eppure, nonostante tutto, è comunque rimasto: "L'ho fatto per motivi diversi. È anche vero che pochi giorni dopo segnai in Nazionale". Mentre a gennaio: "Era iniziato uno stillicidio di voci".

Napoli, Ancelotti in bilico: fiducia a tempo fino al Liverpool
Infatti, secondo La Gazzetta dello Sport , nelle prossime ore potrebbe arrivare una decisione dell'allenatore di Reggiolo. E' chiaro che più di questo non potrà fare e toccherà ai calciatori seguirlo per riuscire a superare questo momentaccio.

La versione di Montolivo prosegue poi con il racconto di allenamenti solitari, di promesse vaghe (anche da parte del diplomatico Leonardo) e di un meccanismo di mercato che di fatto ha messo fine alla sua storia: vedendo che non giocava da un anno tanti club che lo avevano contattato si sono tirati indietro, convinti che ci fosse un qualche infortunio ben nascosto.

L'ex capitano del Milan ha ripercorso le tappe della propria carriera soffermandosi principalmente sull'ultima stagione in rossonero, un anno da dimenticare sotto ogni profilo.

Infine la chiusura: cosa dirà a Gattuso quando lo incontrerà?

Comments