Italia, Bonucci: "Ronaldo? Se gioca sta bene, ci confronteremo"

Adjust Comment Print

Leonardo Bonucci, difensore e capitano della nazionale, ha parlato in conferenza stampa a poche ore dalla sfida contro la Bosnia e ha affrontato anche il tema Edin Dzeko. Mancini è stato bravissimo a farci sentire giocatori forti e importanti, cosa che avevamo perso dopo la mancata qualificazione al Mondiale. Siamo convinti che ci sarà un'atmosfera molto calda, con gente che aspetta questa partita da diverso tempo. È arrivato il mister, è cambiato il presidente: una ventata di aria nuova in tutto il movimento della Nazionale. Sull'avversario, aggiunge: "Dzeko è un grandissimo giocatore a livello internazionale, non solo nella Nazionale bosniaca".

Polemiche su cui Bonucci non ha voluto soffermarsi troppo e lo ha confermato tagliando corto sulla questione in questo modo: "A me piace guardare avanti e non indietro". Ci sarà modo di affrontarlo ma ora siamo in nazionale: lui giocherà col Portogallo e significa che mentalmente sta alla grande, io sono qui a rappresentare l'Italia. Oggi l'attacco è la miglior difesa, una novità per l'Italia ma che mi piace molto. Ci aspetta una partita difficile: "all'andata la Bosnia ci ha messo in difficoltà, soprattutto nel primo tempo, ma abbiamo studiato dove fare meglio". Il tecnico ci ha dato un'identità ben precisa: domani sera dovremo fare le stesse cose che abbiamo fatto nelle partite precedenti che ci hanno portato a qualificarci con largo anticipo senza mai perdere. A Torino ci sarà modo di confrontarsi.

Asprilla: "Julio Fierro mi chiese autorizzazione a uccidere Chilavert"
Rosso diretto per entrambi, ma la discussione continuò anche negli spogliatoi perché Chilavert colpì poi Asprilla con un pugno. Sono arrivato e quell'uomo era con altre dieci persone, tutte ubriache e accompagnate da donne paraguaiane.

"Sono convinto che questo sia anche il suo obiettivo, vuole migliorare ancora rispetto al passato per aiutare la Juve a raggiungere tutti i traguardi prefissati".

Comments