E’ morto Antonello Falqui, il padre del varietà all’italiana

Adjust Comment Print

I funerali di Antonello Falqui si terranno lunedì 18 novembre alle ore 11 nella chiesa Sant'Eugenio in viale Belle Arti a Roma. Ha fatto sognare gli italiani con i suoi spettacoli.

Immediatamente dopo centinaia di messaggi di cordoglio hanno invaso la rete, da Fiorello ad Alessandro Gassmann, e tanta gente comune. Nella notte tra il 15 e il 16 novembre 2019 è morto all'età di 94 anni Antonello Falqui, considerato il padre del varietà italiano. Infatti, dal 1947 al 1949 segue un corso di regia del Centro Sperimentale di Cinematografia e nel 1950 diventa aiuto regista di Curzio Malaparte durante la lavorazione del film Cristo proibito.

Elezioni regionali Campania 2020, Berlusconi propone Caldoro per il centrodestra
Un altolà durissimo. "Andare in un altro partito oggi - avrebbe insistito Silvio Berlusconi - lo dico chiaro: è un grave errore ".

Antonello Falqui è entrato in Rai nel 1952, mentre l'azienda pubblica rodava i primi programmi televisivi. Vive in prima persona e contribuisce a plasmare le prime trasmissioni televisive in fase sperimentale, inaugurate poi il 3 gennaio 1954. Il regista ha avuto un ruolo di primo piano nella realizzazione di quei contenuti che hanno segnato la storia della Rai: Il Musichiere, Canzonissima, di cui ha condotto quattro edizioni, e Studio Uno sono alcuni dei lavori più importanti di Falqui negli anni Sessanta. La notizia della scomparsa di uno delle icone della nostra televisione è stata data dai familiari sui profili social dello stesso autore.

Gli anni '70 e '80 per Antonello Falqui scivolano via ancora nel segno del varietà televisivo: qualcuno ricorderà Al Paradise con Heather Parisi, Oreste Lionello, Milva e tanti altri personaggi. "Mi raccomando, niente fiori... al loro posto, se volete, potete aiutare l'associazione 'QuintoMondo Animalisti Volontari Onlus'". Il post successivo è quello che annuncia la sua scomparsa, il suo "lungo viaggio". P.S. Perdonate Jimmy, Matteo e Luca se non vi hanno avvisato prima.

Comments