E’ morto Antonello Falqui, il padre del varietà all’italiana

Adjust Comment Print

I funerali di Antonello Falqui si terranno lunedì 18 novembre alle ore 11 nella chiesa Sant'Eugenio in viale Belle Arti a Roma. Ha fatto sognare gli italiani con i suoi spettacoli.

Immediatamente dopo centinaia di messaggi di cordoglio hanno invaso la rete, da Fiorello ad Alessandro Gassmann, e tanta gente comune. Nella notte tra il 15 e il 16 novembre 2019 è morto all'età di 94 anni Antonello Falqui, considerato il padre del varietà italiano. Infatti, dal 1947 al 1949 segue un corso di regia del Centro Sperimentale di Cinematografia e nel 1950 diventa aiuto regista di Curzio Malaparte durante la lavorazione del film Cristo proibito.

L’Italia del nuoto paralimpico da MattarelIa: "Il Paese cresce con voi"
E in questo contesto dobbiamo valorizzare la nostra collocazione territoriale anche per altri settori - ha osservato Marsilio -. La curva ascendente che c'è stata nelle medaglie è il segno della partecipazione che cresce nel nuoto paralimpico.

Antonello Falqui è entrato in Rai nel 1952, mentre l'azienda pubblica rodava i primi programmi televisivi. Vive in prima persona e contribuisce a plasmare le prime trasmissioni televisive in fase sperimentale, inaugurate poi il 3 gennaio 1954. Il regista ha avuto un ruolo di primo piano nella realizzazione di quei contenuti che hanno segnato la storia della Rai: Il Musichiere, Canzonissima, di cui ha condotto quattro edizioni, e Studio Uno sono alcuni dei lavori più importanti di Falqui negli anni Sessanta. La notizia della scomparsa di uno delle icone della nostra televisione è stata data dai familiari sui profili social dello stesso autore.

Gli anni '70 e '80 per Antonello Falqui scivolano via ancora nel segno del varietà televisivo: qualcuno ricorderà Al Paradise con Heather Parisi, Oreste Lionello, Milva e tanti altri personaggi. "Mi raccomando, niente fiori... al loro posto, se volete, potete aiutare l'associazione 'QuintoMondo Animalisti Volontari Onlus'". Il post successivo è quello che annuncia la sua scomparsa, il suo "lungo viaggio". P.S. Perdonate Jimmy, Matteo e Luca se non vi hanno avvisato prima.

Comments