Manovra, la UE dà il via libera all’Italia per la misura

Adjust Comment Print

Per il 2020 l'Italia avrebbe dovuto realizzare un miglioramento del saldo strutturale dello 0,6% del Pil, ma è prevista peggiorare dello 0,1% (secondo il Dpb) o dello 0,3% (secondo la Commissione).

Dombrovskis ha rivolto un invito ai Paesi facenti parte quest'ultimo gruppo, "ad adottare le misure necessarie nell'ambito della procedura di bilancio nazionale per garantire che la legge di bilancio 2020 sia conforme al Patto".

A preoccupare l'esecutivo comunitario visto è soprattutto l'alto debito pubblico.

"Germania, Irlanda, Grecia, Cipro, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi e Austria, sono conformi ai requisiti del Patto di stabilità e crescita; Estonia e Lettonia, sono in generale conformi, e 8 paesi, Belgio, Spagna, Francia, Italia, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e Finlandia, sono a rischio di non conformità".

Mourinho al Tottenham sconfessa sè stesso: quando disse "Non tornerò in Premier"
In un'intervista a DAZN, José Mourinho aveva dichiarato che la sua prossima tappa non sarebbe stata in Premier League . Nel 2016 contese il titolo al Leicester, poi nel finale crollò e chiuse terzo.

Nella primavera 2020, in particolare, la Commissione disporrà dei dati a consuntivo per il 2019 e sarà quindi in grado di valutare il rispetto del braccio preventivo del patto di stabilità, per il 2019, sulla base dei dati finali, e non delle previsioni. Inoltre, sulla base delle previsioni economiche di primavera, verrà giudicato il programma di stabilità per il 2020. Si tratta dei paesi con un debito alto che non sono stati in grado di abbassare in tempi brevi. Non diciamo che" le misure correttive "devono essere adottate immediatamente: "se vediamo una non conformità particolarmente grave chiediamo un'azione immediata", come avvenne nell'autunno 2018 con il governo 'Conte Uno'. "Ma non è questo il caso oggi". "Ma va detto che anche considerando questa clausola, non cambierebbe la nostra conclusione attuale sul rischio di non conformità".

Questo cosa comporta per i conti pubblici italiani?

Altri accorgimenti come la plastic tax e gli incentivi ai pagamenti digitali sono ancora motivo di scontro politico e non solo, ma molti sono i punti infuocati che dividono l'opinione pubblica.

Per quanto riguarda la riforma del Mes, stiamo seguendo come Commissione il lavoro molto da vicino e diamo il nostro contributo.

Comments