Mourinho al Tottenham sconfessa sè stesso: quando disse "Non tornerò in Premier"

Adjust Comment Print

Dagli altari alle polveri. Invece ha scelto il Tottenham.

Per lo Special One è il terzo incarico in Premier dopo Chelsea e Red Devils, ai quali ha portato in dote una Europa League senza incidere più di tanto, però, in rapporto alla campagna acquisti della società (oltre 100 milioni solo per Pogba). Nel 2016 contese il titolo al Leicester, poi nel finale crollò e chiuse terzo. La qualità sia nella squadra che nel settore giovanile mi entusiasma.

Lo staff tecnico al seguito di Josè Mourinho rileverà per intero ol precedente gruppo di lavoro che supportava l'ex allenatore degli Spurs Mauricio Pochettino. E in Champions, anche se la qualificazione agli ottavi è blindata, è arrivata una figuraccia storica, perché lo scorso 1° ottobre il Tottenham perse 7-2 con il Bayern, in casa.

Vasco Rossi Live 2020: biglietti in uscita, come acquistarli
Lo ha annunciato lo stesso cantautore sui suoi profili social pubblicando le date del tour 'Vasco non stop festival 2020'. Nell'attesa di poter riascoltare Vasco dal vivo, i fan hanno in programma altri due appuntamenti imperdibili.

In un'intervista a DAZN, José Mourinho aveva dichiarato che la sua prossima tappa non sarebbe stata in Premier League. Nei giorni scorsi Pochettino si era incontrato diverse volte con il presidente del club Daniel Levy per parlare dello scarso rendimento della squadra.

In attesa di gennaio e dei possibili rinforzi sul mercato, Mourinho ha i primi due 'rinforzi' anche se al suo fianco: il Tottenham, infatti, ha raggiunto un accordo per liberare Joao Sacramento e Nuno Santos che entreranno quindi nello staff dello 'Special One'.

Comments