Bonus tv e decoder: come funziona e quanto si può risparmiare

Adjust Comment Print

Le trasmissioni con lo standard Dvb-T2 cominceranno ufficialmente dal 30 giugno 2022, ma già da settembre 2021 cesseranno le trasmissioni in Mpeg-2, e quindi funzioneranno soltanto i televisori in grado di ricevere il segnale in alta definizione.

La misura, specifica il ministero, "rientra nell'ambito delle numerose azioni messe in campo dal Mise per accompagnare il processo di trasformazione digitale del settore TV".

Il fondo prevede 151 milioni di euro complessivi, divisi in quattro anni e suddivisi con la cifra di 25 milioni l'anno. Lo sconto sarà praticato dal venditore fino al 31 dicembre 2022. I tv e decoder nuovi saranno fondamentali dal 30 giugno 2022. A sancirlo è il Decreto del 18 ottobre 2019, che regola anche l'erogazione del bonus switch-off o del bonus TV.

Detto questo di menziona la manovra di Governo che stabilisce il bonus del rimborso che si ottiene presentando una certificazione ISEE per redditi inferiori ai 20.000 euro annui.

Lo sconto sarà applicato sul prezzo finale di vendita comprensivo IVA. Con il modulo certificheranno di rientrare nella categoria di reddito beneficiata dai contributi.

Il buono acquisto sul prezzo di vendita previsto con il bonus tv è pari a 50 euro a nucleo familiare e per 1 solo apparecchio. L'esercente dovrà introdurre il codice fiscale dell'acquirente nel sito dell'Agenzia delle entrate, in modo da avere l'ok alla concessione del bonus. Sarà poi il venditore a trasmettere all'ufficio competente del ministero una comunicazione telematica contenente le informazioni della transazione, del decoder acquistato e dell'autocertificazione Isee.

Ezio Greggio ha rifiutato la cittadinanza onoraria di Biella
Dura presa di posizione del Pd nella cittadina piemontese: "Ridicola provocazione". Greggio ha però rifiutato la cittadinanza onoraria .

Il negoziante, poi, potrà recuperare lo sconto come credito d'imposta, che dovrebbe arrivare entro un mese. Il ministero dello Sviluppo economico metterà a disposizione altri 15 milioni di euro per la pubblicità e le informazioni di avviso alle famiglie sull'incentivo.

Bonus tv 2019 importo da 50 euro: per quali tv e docoder?

Il termine ultimo, in cui chi non avrà provveduto non riceverà più il segnale sul proprio televisore, è il 1° luglio 2022.

In linea di massima, per riuscire a capire se la propria televisione o il proprio decoder sono compatibili con il DVB-T2, il nuovo standard del digitale terrestre, le operazioni da fare sono basilari.

Il buono è valido per l'acquisto di una smart tv di nuova generazione.

Comments