"Sovranismo da operetta" (così Conte su Salvini)

Adjust Comment Print

Conosci il Social Trading? . Lo spiega il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che a margine dell'Assemblea dell'Anci ha commentato le critiche sul Mes. "Senza una 'logica del pacchetto', quindi, Roma, al consiglio Ue di dicembre, punterà al rinvio della riforma, per la quale serve un ok unanime".

(Teleborsa) - Il premier Giuseppe Conte è "fiducioso" sul fatto che l'UE accolga la manovra del governo. Tuttavia c'è un linguaggio ambiguo che sta trovando spazio in questi giorni e che può spaventare i mercati. "Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al presidente del Consiglio Conte", esordiscono i grillini ribelli. "Oggi lo stesso partito scopre l'esistenza del Mes e grida allo scandalo" ha dichiarato Conte. I grillini hanno chiesto un vertice di maggioranza, fissato per venerdì.

Giampaolo Galli, economista del Partito Democratico, sottolinea tuttavia che proprio l'analisi di sostenibilità, strappata in sede di negoziazione anche grazie ai rappresentanti italiani, potrà evitare per i paesi che si rivolgono al Mes gli effetti di una ristrutturazione che, originariamente, era stata pensata come automatica e preventiva. Lo scorso 14 giugno è stata approvata una bozza di riforma il cui obiettivo è di ampliare i poteri di intervento di questo fondo, il cui compito è fra le altre cose, quello di prestare denaro agli stati che siano colpiti da choc economici improvvisi e fuori dal loro controllo.

A commentare la vicenda arriva nel pomeriggio anche il ministro dem degli Affari europei, Vincenzo Amendola, che si mostra perplesso.

"Oggi abbiamo scoperto che c'è un negoziato che è da un anno in corso".

Inter, messaggio di De Vrij sulle sue condizioni
Matthijs de Ligt mette le cose in chiaro circa il suo rapporto con il connazionale Stefan de Vrij . Quando giochiamo nell'Olanda ci impegniamo per la stessa cosa: qualificarci per gli Europei.

Il commento di Matteo Salvini arriva tramite social.

No al "sovranismo da operetta" di Salvini e della Lega che, sul Salva-Stati, ha alimentato "un delirio collettivo". Siete sempre in continuo servizio però sempre più spesso la prossimità si trasforma in esposizione al pericolo.

Tanta pacatezza fa capire che, se una vipera avesse morso il BisConte, sarebbe probabilmente morta avvelenata. Se post-riforma questa chiave di lettura soft dovesse cambiare, anche alimentata dagli Stati stessi, allora la turbolenza tornerebbe. "Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia ha scritto in una nota: "'carta canta' e Palazzo Chigi è, nella migliore delle ipotesi, silente e imbarazzato".

"Quando la spending review - ha continuato - non si limita a eliminare sprechi e contenere inefficienze, ma finisce per incidere sulla funzionalità dei servizi prestati alla collettività è chiaro che diventa tanto più elevato il rischio di sfibrare il tessuto sociale".

Secondo la Lega e Fratelli d'Italia, infatti, il premier Conte avrebbe avallato la riforma del Mes senza coinvolgere il Parlamento: "Pare che, nei mesi scorsi, Conte o qualcuno abbia firmato di notte e di nascosto un accordo in Europa per cambiare il Mes, ossia l'autorizzazione a piallare il risparmio degli italiani".

Comments