ArcelorMittal, pronto decreto per Taranto

Adjust Comment Print

Insomma, una tattica ispirata al vecchio "Dividi et Impera" che a Taranto, in passato ha tristemente dimostrato di funzionare. Il verbale è riportato nell'atto di intervento della Procura nel contenzioso civile tra la multinazionale franco-indiana e l'ex Ilva. Si dovrebbero confrontare non solo con Lakshmi e Aditya Mittal, ceo e cfo del gruppo Mittal, ma anche con l'amministratore delegato dell'azienda in Italia, Lucia Morselli.

I COSTI DELLE MATERIE PRIME - Un problema per i vertici di Arcelor Mittal erano le materie prime.

Conte affiancato dai due ministri ha cercato innanzitutto di carpire le reali intenzioni dei Mittal. Reintroducendo lo scudo penale, si potrebbe tornare trattare?

I ministri hanno messo mano anche al protezione civile: sarà più semplice farla intervenire adeguando il suo ordinamento a quello previsto dall'Unione europea. Se invece prosegue la battaglia "noi reagiamo adeguatamente".

"Il Volo - 10 anni insieme": il concerto da Matera
Infatti come accennato prima verrà trasmesso oggi in prime time sulla rete ammiraglia Mediaset e non sarà solo un concerto. Il live tenuto a Matera lo scorso giugno, arricchito da interviste ed altri contenuti inediti, ha fatto centro .

Il premier Giuseppe Conte incontra i vertici di ArcelorMittal, il colosso franco-belga dell'acciaio che, a un anno dall'aggiudicazione della gara, intende recedere dal contratto di affitto, preliminare all'acquisto della società.

Alle indagini collabora anche l'Istituto per la protezione ambientale. E' stata anche valutata la possibilità, in questo nuovo progetto, di un coinvolgimento pubblico in ragione dell'importante ruolo dell'Ilva nell'economia italiana. Continuiamo a chiedere un incontro urgentissimo tra le parti per conoscere l'effettivo stato della trattativa con ArcelorMittal e per evitare che si generino equivoci e spiacevoli sorprese: "il sindacato non delega la sua funzione di rappresentanza", termina la nota. Se ArcelorMittal rifiuterà un accordo, allora la partita si giocherà a livello giudiziario. L'ispezione dei carabinieri, sotto il coordinamento del Comando provinciale, era già stata programmata dal procuratore Carlo Capristo, dal procuratore aggiunto Maurizio Carbone e dal sostituto procuratore Mariano Buccoliero, che si occupano dell'inchiesta. Vorremo fare di Taranto un polo siderurgico all'avanguardia nel mondo. La conclusione è che "lo stato di crisi di ArcelorMittal, essendovi pericolo di diminuzione delle garanzie patrimoniali per il risarcimento di eventuali danni, rende ancor più necessaria ed urgente una pronuncia giudiziale che imponga alle affittuarie dei rami d'azienda di astenersi dalla fermata degli impianti e di adempiere fedelmente e in buona fede alle obbligazioni assunte". "In tutto questo se volete parlare di scudo lo fate da soli". ha detto Conte ai giornalisti. L'indagine mira accerterà, secondo la Procura di Taranto, se c'è stato imboscamento delle materie prime, allo scopo di svuotare i depositi. "Quello che però deve essere chiaro è che non deleghiamo a nessuno la rappresentanza dei lavoratori del gruppo". Il presidente di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro ha incontrato i referenti di ArcelorMittal Italia.

Nello stabilimento ArcelorMittal di Taranto i carabinieri hanno effettuato un'ispezione nell'ambito delle indagini avviate dopo l'esposto dei commissari dell'Ilva. Nelle prossime settimane gli interrogatori continueranno per accertare meglio la vicenda.

Comments