CONTE, La lettera di minacce partita da Firenze

Adjust Comment Print

Conferenza stampa di viglia per Antonio Conte, che al Centro Sportivo Suning ha incontrato i giornalisti alla viglia di Torino-Inter, gara in programma sabato 23 novembre alle 20.45 e valida per la 13^ giornata di Campionato: "Dopo la sosta per le nazionali abbiamo finalmente riabbracciato tutti i giocatori che hanno giocato in giro per il mondo".

"E' il mio modo di essere e mi porterà a chiudere presto la carriera, perché vivo il mestiere in modo troppo totale".

Dunque, si diceva, prima il Toro: già, l'Inter formato trasferta in Italia non ha conosciuto sinora ostacoli ma la trasferta granata negli ultimi anni ha sempre creato grattacapi e provocato delusioni.

10mila morti all'anno in Italia per antibiotico resistenza
Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale.

Alla vigilia della gara contro i granata il tecnico salentino ha abbassato i riflettori sul tema: "Come ho detto anche in passato, penso che dobbiamo cercare di trasmettere valori positivi per chi ci segue, per le generazioni a venire". Il Conte allenatore, in fondo, è il solito centrocampista aggressivo; stavolta entra a gamba tesa nella vita privata dei suoi calciatori.

"Mi chiedo spesso se sia giusto passare tanto tempo senza la mia famiglia. Sono molto concentrato sul fatto che alla fine ne debba restare solo uno in piedi e faccio di tutto perché sia la mia squadra". Quando si gioca i rapporti non devono durare a lungo, bisogna fare il minor sforzo possibile. Motivo per il quale è meglio posizionarsi sotto il proprio partner. Consigli davvero hard, che stuzzicano curiosità.

Comments