Olanda, clamoroso Van Basten: frase nazista in diretta tv

Adjust Comment Print

L'ex giocatore del Milan al termine del match ha intervistato l'allenatore dell'Heracles, il tedesco Frank Wormuth; nel salutare il tecnico Van Basten si è lasciato sfuggire un "sieg heil", tipica espressione nazista, pensando probabilmente che il microfono fosse spento. Le scuse immediate di van Basten, ripetute più volte in studio - "Non era mia intenzione scioccare le persone, quindi scusatemi per quel che è successo" - non sono bastate, perché sui social è subito esplosa la polemica, con numerose richieste all'emittente di licenziare il celebre commentatore. "Il commento è stato estremamente inappropriato - ha detto un presentatore in studio -. Ammetto che è stata una battuta uscita male". "È stata un'azione stupida e un grave errore". "Volevo solo scherzare sul tedesco di Hans".

10mila morti all'anno in Italia per antibiotico resistenza
Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale.

Il tutto in una giornata che mirava proprio a combattere il razzismo dopo gli insulti che hanno coinvolto il 24enne Ahmad Mendes Moreira, giocatore dell'Excelsior Rotterdam, preso di mira da un tifoso del Den Bosch. Verrà ricordata invece come la serata nella quale Marco Van Basten, simbolo del calcio mondiale, ha pronunciato una frase di stampo nazista in diretta televisiva. "Non solo oggi che volevamo mandare un segnale contro la discriminazione, lo sarebbe stata sempre".

Comments