Pioli dopo Milan-Napoli: "Abbiamo giocato da squadra, Piatek deve reagire"

Adjust Comment Print

"Peccato non aver fatto un gol in più perché ci siamo andati vicino più volte" ha commentato a fine partita Pioli. La squadra rossonera sta cercando di trovare delle soluzioni sia dal punto di vista del gioco (Stefano Pioli sta provando nuovi sistemi di gioco e nuovi giocatori) sia dal punto di vista del mercato (occhio alla situazione Ibrahimovic).

I miglioramenti in campo si intravedono con la guida di Pioli, una squadra propositiva: "Un mese e mezzo sono pochi, in paragone è come se fossimo a metà agosto e se fosse così sarei contentissimo". Ho portato dei principi diversi rispetto a prima. Invece siamo a dicembre. Abbiamo affrontato le squadre più forti. Il calendario non ci ha aiutato, ma siamo stati all'altezza, tranne che a Roma nel secondo tempo contro i giallorossi.

Aereo precipita poco dopo il decollo, almeno 17 morti
L'aereo si è schiantato contro delle case vicino all'aeroporto. Non ci sarebbero, purtroppo, superstiti. Ancora ignote le cause dell'incidente.

"Ha lavorato tanto per la squadra, ha avuto anche le sue occasioni".

Contatti frequenti con il procuratore dell'ormai ex attaccante dei Los Angeles Galaxy non soltanto per la trattativa che dovrebbe mettere lo svedese a disposizione del tecnico rossonero. "Bonaventura? Mi servono giocatori intelligenti come lui". "A livello mentale? Il momento psicologico non può essere di migliori, non possiamo essere leggeri e sereni". I fisici pesanti piovuti nei suoi confronti sono frutto di tutte le brutte partite disputate in questo avvio di stagione, e con la suggestione Ibrahimovic che potrebbe prendere corpo la gente adesso non pensa altro. Il fatto che concludiamo tanto è positivo. Deve reagire e credere nelle sue qualità, noi dobbiamo metterlo nelle condiizoni di fare meglio.

Comments