La realtà virtuale e le mucche: secondo i russi 'producono più latte'

Adjust Comment Print

Secondo quanto riportato nei documenti ufficiali, ai bovini è stato fatto indossare un visore per la Realtà Virtuale attraverso il quale sono state proiettate immagini di verdi distese e campi estivi baciati dal sole. Gli agricoltori hanno lavorato con sviluppatori e veterinari e si sono affidati alla ricerca per "creare software unici che simulano un campo estivo". Gli occhiali sono stati progettati per adattarsi alla struttura fisica degli animali rispettando anche la percezione di immagini e colori dei bovini, creando un ambiente rassicurante e soprattutto rilassante. Quindi perché non provare anche la VR?

"Gli esperti hanno notato una diminuzione dell'ansia e un migliore stato emotivo generale della mandria" dichiara il Ministero. Ma sarà vero? Non è chiaro.

Durazzo, italiani scavano per 6 dispersi - Ultima Ora
Dall'Italia sono partiti i primi aiuti , in aereo, con delle unità speciali di Vigili del Fuoco , Protezione Civile e Croce Rossa. E intanto la storia maggiore di un Paese in ginocchio si compone di tante piccole storie minori.

Il clima in Russia, si sa, non è dei migliori. C'è da dire che si tratta di un "esperimento" piuttosto controverso, visto che non è in realtà possibile stabilire certamente quanto la VR abbia contribuito e inoltre si stanno comunque in un certo senso "ingannando" degli animali. L'industria agricola è altrettanto entusiasta di applicare le nuove tecnologie: basta guardare gli agricoltori che utilizzano il riconoscimento facciale sui maiali! - e non sarebbe la prima volta che qualcuno suggerisce che la VR potrebbe migliorare il benessere degli animali. Se i dati positivi continueranno, l'esperimento verrà ampliato. Praticamente è ciò che fa da sempre il mondo dell'intrattenimento con gli esseri umani per tenerli buoni, ma non tergiversiamo. Non resta che attendere la prova empirica che "l'erba della realtà virtuale è davvero più verde".

Comments