Scaroni: "Il Comune vuole tenere San Siro, vediamo se è possibile"

Adjust Comment Print

"È stato un incontro utile - ha dichiarato all'uscita l'Amministratore delegato Corporate dell'Inter Alessandro Antonello -". Ci siamo confrontati su temi aperti, abbiamo avuto l'indicazione del mantenimento della superficie di San Siro. Il punto di discussione era capire l'ingombro di San Siro come può essere reso compatibile con l'esistenza di un altro stadio a poche centinaia di metri. Si è molto parlato di ingombro.

Esuberi Unicredit: ben 5.500 saranno in Italia con addio a 450 filiali
Unicredit : ricavi +0,8% annuo fino al 2023, costi -0,2% - I ricavi di Unicredit cresceranno in media dello 0,8% all'anno tra il 2018 e il 2023, attestandosi a 19,3 miliardi a fine piano.

Ai giornalisti che gli hanno chiesto di commentare la proposta dell'assessore allo Sport del Comune, Roberta Guaineri, che ha parlato di un San Siro ridotto, con un solo anello, il sindaco ha risposto che questo "ci sta idealmente ed è una cosa che mi piacerebbe anche, il problema è capire se dal punto di vista finanziario è gestibile". Noi analizzeremo questa come prima ipotesi. Il Comune, come da sua delibera, ci terrebbe a mantenere una vocazione sportiva, conservandone allo stesso tempo l'ingombro. Qualora questa ipotesi non fosse percorribile, il Comune si è detto d'accordo ad analizzare altre ipotesi che riducano l'ingombro. I tempi hanno anche il ritmo della sovrintendenza, noi oggi abbiamo parlato dello stadio attuale, dell'ingombro dello stadio attuale e quanto sia compatibile con la costruzione di uno stadio a fianco. Tutti gli altri temi sostanzialmente non sono stati trattati: "non si è parlato di metri quadri, non si è parlato di quanto vale il Meazza", ha sottolineato Scaroni. La risposta non gliela posso dare io, non faccio di mestiere l'architetto di stadi. "Quando dico innovativa - ha aggiunto il presidente del Milan - intendo dire, e parlo con beneficio d'inventario, che uno dovrebbe spiegarmi in quale paese al mondo nella stessa area ci sono due stadi, uno vecchio e uno nuovo, uno accanto all'altro". Non mi ricordo di averlo mai visto. "Per carità, magari essere "first", i primi, può essere anche bello, a volte però può essere un po' stupido". Non so ancora dove siamo. Vediamo se questa idea è percorribile. Con riferimento al prossimo incontro col Comune, Scaroni ha affermato che "non è fissata la data, ma ci sarà di sicuro".

Comments