La confessione choc di Fedez: "Sono a rischio sclerosi multipla"

Adjust Comment Print

Fedez è stato ospite del programma 'La Confessione', in onda su Nove e condotto da Peter Gomez. Il rapper non ha trattenuto l'emozione e ha raccontato di aver fatto questa scoperta durante un controllo. "Al momento non è disponibile un singolo test in grado di confermare in maniera certa e indiscutibile la diagnosi di sclerosi multipla: sono l'insieme dei risultati e un'osservazione clinica prolungata a permettere di confermare o escludere la presenza della SM". "Eh, bella domanda - risponde Fedez - È successo un evento importante, difficile, che mi ha fatto capire le mie priorità". "Durante una risonanza magnetica mi è stata trovata una cosa chiamata "demielizzazione" nella testa - ha rivelato -". Una presa d'atto che "per me è stato motivo per iniziare un percorso per migliorare e per scegliere le mie battaglie". "Sono dovuto restare sotto controllo perché, clinicamente, quello che mi hanno riscontrato è una sindrome radiologicamente verificata, ovvero la demielinizzazione è quello che avviene quando hai la sclerosi multipla".

Uno dei pochi spezzoni dell'intervista già anticipato nel corso della mattinata di oggi riguarda una vera propria confessione, che l'artista milanese ha fatto al direttore dell'edizione online del Fatto Quotidiano, relativamente alle sue condizioni di salute.

Tu si que vales 2019: ospiti e anticipazioni di stasera 30 novembre
Pausa, replay, restart sono le parole d'ordine per una nuova forma di intrattenimento . I due presentatori , con la partecipazione di Alessio Sakara , hanno fatto il resto.

Poi il rapper cerca di tranquillizzare i suoi fan. "Sentivo il bisogno di tirare fuori un po' di cose accadute nell'ultimo anno per chiudere un cerchio e guardare avanti - scrive su instagram -. Ribadisco che sto bene". "Vi chiedo di guardare l'intervista completa". Fedez chiarisce sulle storie di Istagram di stare bene, dopo la pubblicazione delle anticipazioni della sua intervista in cui raccontava di essere sotto controllo per un "rischio sclerosi multipla". È una malattia che oggi non deve fare più paura perché la si può affrontare grazie alla rete di assistenza, alla rete sociale, ai farmaci.

Comments