Moody’s promuove banche italiane ma rimane fardello degli Npl

Adjust Comment Print

(Teleborsa) - Le prospettive per il sistema bancario italiano sono cambiate da stabili a negative per Moody's. Lo comunica l'agenzia di rating spiegando che le aspettative per il 2020 sono di un'ulteriore progressiva riduzione dei crediti deteriorati.

Le condizioni di finanziamento delle banche miglioreranno, spiega ancora l'agenzia, e il loro capitale rimarrà stabile. "Tuttavia il loro rapporto di crediti problematici all'8% rimane più del doppio della media dell'Unione europea, che si attesta al 3%, secondo i dati dell'Autorità bancaria europea".

Il Pallone d'Oro va a Messi, Chiellini attacca il Real Madrid
De Ligt in crescita: "Parlo ogni giorno con lui, ha voglia di imparare ed è intelligente". "Bene, bene, ho ripreso a correre. Ormai non esiste il mercato vero e mercato finto. "Il furto a Ronaldo è avvenuto lo scorso anno.

D'altro canto Moody's prende anche in conto le sue previsioni di una crescita del Pil italiano "debole, ma positiva" e il suo outlook stabile per il rating sovrano dell'Italia.

"Le banche italiane avranno una redditività stabile o moderatamente migliore nel 2019 e 2020 grazie ai minori costi di finanziamento all'ingrosso, al minor costo del rischio e ai guadagni in efficienza derivanti dalle recenti iniziative di ristrutturazione". I parametri di capitale si avviano a restare stabili, con quasi tutti gli istituti che riferiscono confortevoli riserve al di sopra dei requisiti regolamentari.

Comments