Luca Sacchi: la sequenza dell’omicidio catturata dalle videocamere

Adjust Comment Print

"Alle ore 22.30 del 23 ottobre - afferma Domenico Marino Munoz, amico di Sacchi e citato in una informativa dei carabinieri - ho ricevuto sul mio telefonino cellulare, tramite applicazione Signal, un messaggio da parte di Luca, il quale mi comunicava che era in compagnia della sua fidanzata Anastasia e che mi invitava a raggiungerlo per bere una birra al pub di via Bartoloni".

Le indagini sull'omicidio di Luca Sacchi si arricchiscono di nuovi dettagli: a rivelarli è Anastasia Kylemnyk, interrogata ieri, mercoledì 4 dicembre 2019.

Martedì gli altri arrestati nella seconda tranche dell'inchiesta si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Costanza Caracciolo e Bobo Vieri escono allo scoperto: annuncio in Tv
Voci di una nuova gravidanza della coppia già da tempo affollavano il gossip, ma la showgirl ha deciso di dare conferma quando si è sentita sicura.

Arrivano le prime indiscrezioni sull'interrogatorio ad Anastasia Kylemnyk a proposito dell'omicidio di Luca Sacchi. Solo Del Grosso ha provato a discolparsi con dichiarazioni spontanee, sostenendo tra l'altro di aver distrutto la pistola dell'omicidio con un frollino.

La giovane, sottoposta all'obbligo di firma, è finita al centro della tragedia insieme a Giovanni Princi, amico di Luca Sacchi. La ragazza sarà chiamato oggi a risolvere alcuni nodi sul traffico di droga. E che se passasse una linea in cui Anastasia porta i soldi senza sapere che sia in corso una trattativa per una consistente quantità di droga, l'intero castello dell'accusa nei suoi confronti si ridimensionerebbe. Innanzitutto le verrà chiesto di chiarire quanto denaro ci fosse all'interno dello zainetto che si ritiene abbiano rubato Del Grosso e Pirino. "Non sapevo di avere settantamila euro nello zaino", avrebbe sostenuto la 25enne, assistita dall'avvocato Giuseppe Cincioni. Infine si potrebbe capire per quale motivo la sua auto è stata spostata mentre Luca si trovava in fin di vita in ospedale. "Io e Luca eravamo estranei a questa vicenda", continua. Durante l'interrogatorio, eseguito dal gip Costantino De Robbio, la giovane avrebbe detto: "Non sapevo di avere 70mila euro nello zaino ed era davanti a quel pub come mille altre volte era capitato". Al termine dell'interrogatorio l'avvocato della ragazza ha dichiarato: "Anastasiya ha risposto alle domande del giudice non è un riferimento dell'atto ma a mio avviso ha fornito adeguati elementi all'estraneità dei fatti che le sono contestati".

Comments