Lazio, Inzaghi dopo la Juve: "Abbiamo vinto meritatamente"

Adjust Comment Print

Non mi sento ferito, sono contento di essere qua. Per lunedì a Cagliari ci sarà, ma non so se sarà in grado di recuperare per giovedì. Sanno che devono continuare così.

"Ma no, noi dobbiamo essere ambiziosi, guardare avanti, veniamo da 8 vittorie, è un momento importante, dobbiamo guardare noi stessi con equilibrio, siamo fiduciosi ma io lo ero anche a ottobre, perché vedevo una squadra che giocava, proponeva e sapevo che sarebbero arrivati i risultati". Abbiamo sofferto il giusto oggi, poi abbiamo creato tanto. "Ha tutto per diventare un grande portiere". Ho sempre avuto vicino la società, anche quando perdevamo. Nel primo tempo abbiamo faticato molto a trovare quel pallone perché la Juve alzava Pjanic su Leiva. D'altro lato, dobbiamo stare con i piedi per terra, guardando partita dopo partita, sapendo che i giudizi nel calcio cambiano velocemente. Determinati gol alla Juventus si concedono. Guardiamo avanti, sempre con umiltà.

Zecchino d’Oro 2019: in gara anche due piccole siciliane
Attraverso una donazione sarà possibile sostenere le Mense Francescane donando un pasto a chi non ha da mangiare . Il 6 dicembre vengono riascoltate tutte e 12 le canzoni in gara in una versione ridotta.

Inzaghi era stato accostato ai bianconeri in estate: "Fa piacere sentire voci come queste, dopo la vittoria in Coppa Italia avevo avuto bisogno di riflettere ma non ho parlato con nessuno, nella mia mente c'era solo la Lazio". Cuadrado espulso al 69', Immobile fallisce un rigore al 79'. E' stato generoso e bravissimo. La Juventus, però, è una squadra di forza assoluta.

Grande serata per Simone Inzaghi e per la sua Lazio, capace di ribaltare la Juventus e batterla 3-1 all'Olimpico: "Sono convinto di questa squadra, siamo in un ottimo momento, poi dobbiamo essere ambiziosi ma coscienti che il calcio è questo, i giudizi variano", commenta l'allenatore biancoceleste a DAZN. "Ci sono dei momenti in cui la squadra avversaria ti costringe ad essere un po' guardinga, bisognava stare concentrati, era quello che avevo chiesto ai ragazzi alla vigilia". Quando sono arrivato non giocavamo nemmeno in Europa.

Comments