Clima: Greta, le emergenze stanno già colpendo

Adjust Comment Print

Ormai seguita come una vera star, assediata dal circo mediatico, la sedicenne attivista svedese diventata icona mondiale della lotta al global warming, ha lanciato il primo messaggio in avvio della seconda settimana di negoziati alla Conferenza sul clima dell'Onu.

Devono dimostrare di ascoltare il "grido" dei giovani e della gente che ha "scioperato per il clima" scendendo in strada in tutto il mondo.

Gli attivisti ambientalisti si sono riuniti a Madrid per la conferenza stampa dei "Fridays for future" al fianco della giovane ideatrice Greta Thunberg. Sta colpendo molte persone, che oggi soffrono e muoiono.

"Abbiamo il dovere di usare l'attenzione dei media per la nostra piattaforma e per far sentire la nostra voce - ha aggiunto la 16enne, prima di dare la parola alla moderatrice Luisa Neubauer e ad altri attivisti presenti".

Finlandia, figlia di due mamme lesbiche la premier più giovane al mondo
Forte della sua popolarità, si è candidata alla guida del Partito socialdemocratico dopo la caduta del governo di Antti Rinne . Dopo il divorzio dei genitori causato dall'alcolismo del padre, Marin viene cresciuta dalla mamma single.

"Non sono le nostre storie quelle che vanno ascoltate e raccontate", ha detto Greta nel corso del suo intervento, "sono soprattutto le persone dal Sud del mondo e dalle comunità indigene che hanno bisogno di raccontare le loro storie". Gli altri interventi hanno visto alternarsi ragazzi da tutto il mondo, dalle Filippine agli Usa al Cile. Un attivista russo ha ricordato come nel proprio paese sono state arrestate delle persone per aver partecipato alle proteste sul clima.

Credo e spero sinceramente che dalla COP25 venga fuori qualcosa di concreto, e più consapevolezza collettiva, in modo che tutti si accorgano dell'urgenza. "Chiediamo di essere ascoltati, perché nessuno più di noi sperimenta sulla propria pelle i danni dai cambiamenti climatici", ha sottolineato un'attivista dall'Uganda.

"I paesi sviluppati devono vergognarsi per la quantità di Co2 che emettono in confronto a quello che emette l'Africa".

Comments