Gualtieri difende il Mes: "da Salvini e Borghi campagna terroristica"

Adjust Comment Print

Da oggi, lunedì 9 Dicembre 2019, la Commissione Bilancio del Senato, è chiamata a vagliare il fiume di emendamenti alla Manovra Finanziaria, tra cui spicca anche un provvedimento di contrasto al fenomeno delle finte prime case. Il ministro Gualtieri attacca Salvini, accusando la Lega di una campagna 'terroristica' sul Mes.

Non può mancare un passaggio sulla vicenda della Nutella: "Se non si riesce ad esprimersi con competenza e serietà su questa vicenda è evidente che la credibilità su ciò che si dice sul Mes sia piuttosto scarsa". Non credo che lui sia un terrorista. "Chi vuole uscire dall'Euro. utilizza questa questione così complessa e così tecnica, per rialimentare un senso di diffidenza e di ostilità degli italiani nei confronti dell'Europa".

Il ministro minimizza poi sulle nuove tasse introdotte con la manovra: "Sugar tax e plastic tax sono piccole cose" rispetto alla portata della manovra.

Davvero te la sei persa?

George Miller torna a parlare del nuovo Mad Max: "Non è finita"
L'unico modo in cui poteva sopravvivere era entrare in un posto in cui avevano un vantaggio competitivo nell'essere ciechi. L'unica cosa che portò con sé fu quella che reputava più preziosa, uno strumento musicale, probabilmente la sua chitarra.

Poi il riferimento al rinvio della firma sulla riforma dell'istituto europeo. "Il rinvio c'è già stato, è un fatto. Ci rivediamo a gennaio e farò volentieri un confronto tivù dalla Annunziata con il ministro dell'Economia".

Di sicuro a Matteo Salvini non manca il coraggio.

La replica dell'ex ministro dell'Interno non si fa attendere. "Questo dibattito è avvenuto in un quadro di cinismo dove la Lega, Salvini hanno fatto terrorismo tra le persone, creando un'eccitazione sbagliata". Il senatore leghista ha letto poi una dichiarazione del prof.

Il sociologo e politologo, "che non credo sia un terrorista", ha affermato che il Mes rappresenterebbe un pericolo per l'Italia. "Il trattato mette 124 miliardi dei cittadini europei in mano a 7 burocrati dei quali 2 sono tedeschi, 2 francesi, 1 olandese, 1 belga e 1 irlandese". Ma chi dev'essere aiutato deve essere un paese con i conti a posto. Per questo li ha accusati di incoerenza e ha annunciato che ci sarebbero diversi grillini pronti a ribadire la stessa posizione e a votare con loro. Annunziata ha aggiunto: "riapriremo la trasmissione".

Comments