Bayer Leverkusen-Juventus, Sarri e Pjanic in conferenza

Adjust Comment Print

BAYER LEVERKUSEN (4-2-3-1): Hradecky; L. Bender, Tah, S. Bender, Wendell; Aranguiz, Baugartlinger; Bellarabi, Havertz, Bailey; Volland. (28 Ozcan, 6 Dragovic, 7 Paulinho, 10 Demirbay, 13 Alario, 19 Diaby, 22 Sinkgraven). Sarà lui in campo, giocatore più esperto di una difesa d'eccezione con Rugani e Demiral centrali (riposo per Bonucci e problemino per de Ligt) con Danilo e De Sciglio in corsia. Un equivoco prontamente chiarito - "se la domanda è tecnica, allora la accetto" - ha detto Sarri chiudendo l'incidente' -, utile in ogni caso a sottolineare l'unità d'intenti tra le varie componenti bianconere. Per l'allenatore della Juventus, comunque, non c'è motivo di essere preoccupato. "Sono cose che presuppongono un cambio di modo di pensare, quindi non sono facili da raggiungere in tempi brevi". "Nel primo tempo della partita di Roma mi sono riconosciuto molto nella squadra". Potrebbe essere l'occasione giusta per Rabiot, reduce "da un infortunio e da un periodo di adattamento al nostro calcio", anche se il dubbio principale è sulla tenuta atletica. "Attendo risposte serie domani sul livello di mentalità - esordisce Sarri alla vigilia - Non ci sono gare che non contano, dobbiamo mettercelo in testa".

Inter, Conte: "C'è mancato il gol. Per le prestazioni meritavamo di più"
E' mancato il gol e poi abbiamo subito il 2-1 che ci ha ammazzato. "Ho visto solo quando il pallone stava finendo in porta". De Laurentiis, nonostante la vittoria per 4-0 della sua squadra, ha deciso di sollevare dal suo incarico Carlo Ancelotti .

Sulla presunta differenza di motivazioni: "Non è vero, sarebbe follia pensare che noi non vogliamo vincere il campionato". Abbiamo parlato in spogliatoio per il bene del gruppo, ci fidiamo del mister, siamo uniti: dopo cinque anni di Allegri ci sono cambiamenti, è normale che non tutto giri alla perfezione.

Comments